Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderÓ il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Mi aspettavo che gli organizzatori del festival si dissociassero"

L'ASSESSORE MANFIO CONTRO PEL┘: "COME PUĎ DARCI DEI FASCISTI?"

Il cantante, a Treviso per l'Home, aveva accusato l'amminstrazione


TREVISO - Le dichiarazioni di Piero Pelù non le sono proprio piaciute. Così l'assessore al sociale del comune di Treviso, Liana Manfio passa al contrattacco: “Non mi pare che un cantante, su un palco davanti a migliaia di persone, possa permettersi di fare certe valutazioni sulla città che lo ospita e su un'amministrazione che non conosce”.
Cosa è successo?
Venerdì scorso, Pelù è venuto a Treviso per un duetto nell'ambito dell'Home Festival, insieme a Marky Ramone, dello storico gruppo punk dei Ramones. Parlando con i giornalisti, prima della sua esibizione, il rocker fiorentino, fondatore dei Litfiba, non aveva risparmiato critiche al suo concittadino Renzi, con cui Pelù si è spesso scontrato. E a chi gli spiegava come anche Treviso sia ora governata da un sindaco e da un'amministrazione molto vicina al presidente del consiglio, ha replicato beffardo. “Allora vuol dire che dopo vent'anni di Lega, ora è arrivato il vero fascismo”.
Una provocazione di cui l'assessore Manfio si è detta “molto infastidita”.
Nè l'esponente della giunta ha gradito il silenzio in proposito degli organizzatori della kermesse di cui il cantante era ospite. “Mi sarei aspettata – ha rincarato la Manfio – che quantomeno si dissociassero da queste affermazioni, vista anche la collaborazione che il Comune ha dato al festival”.