Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'episodio alle 4.30 di domenica nei pressi della pizzeria "Da Fausta"

BRUTALE AGGRESSIONE IN CENTRO PESTATO E RAPINATO DEL CELLULARE

Un 23enne ferito da una banda formata da tre sudamericani


TREVISO - Mercoledì sarà un nuovo vertice per l'ordine e la sicurezza, che si terrà presso la Prefettura di Treviso, a fare il punto della situazione alla luce dell'ennesimo episodio di violenza avvenuto in centro storico. Il fatto è avvenuto verso le 4.30 del mattino a pochi passi dalla pizzeria "Da Fausta" in via Portico Oscuro. Un ragazzo trevigiano di 23 anni è stato aggredito, brutalmente picchiato e rapinato da una banda composta da tre sudamericani che sono fuggiti con il suo telefono cellulare. Il giovane, ferito al volto da un pugno, ha riportato ferite guaribili con una prognosi di cinque giorni. Sull'episodio indagano ora i carabinieri di Treviso che stanno visionando le telecamere di videosorveglianza della zona e monitorando la traccia del telefonino che è stato strappato alla vittima dell'agguato. Il 23enne ha raccontato di aver trascorso parte della serata in un bar del centro e di aver poi litigato, per futili motivi, con questo gruppetto di stranieri: tutti i protagonisti dell'episodio sarebbero stati alterati dall'alcool. Ca' Sugana cerca di gettare acqua sul fuoco delle polemiche in attesa che le indagini facciano maggiore chiarezza su quanto è accaduto. “Non c'è nessuna condotta di questa amministrazione che ha reso possibile o che ha facilitato atteggiamenti di questo tipo”: così il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, è intervenuto commentando l'episodio e prendendo le parti del titolare della pizzeria “Da Fausta” che domenica mattina si è trovato a ripulire il suo locale dalle tracce di sangue del giovane rapinato.