Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, indagine del Commissariato, pusher beccato in centro dagli agenti

ANFETAMINE PER FESTINI A BASE DI SESSO: ARRESTATO UN 43ENNE

Ordinava droga on line e la smerciava a clienti tra i 20 e i 65 anni


CONEGLIANO - Acquistava anfetamine on line, se le faceva arrivare via posta dalla Repubblica Ceca, e poi le rivendeva ai clienti che si procurava solitamente attraverso le chat dei social network o di whatsapp. Ad essere arrestato per spaccio dagli uomini del Commissariato di Conegliano un 43enne di Domegge, operaio ora disoccupato e senza nessun precedente penali alle spalle. L'uomo, ora ai domiciliari, è stato pizzicato durante un controllo della polizia mentre stava cedendo ad un giovane, nel centro di Conegliano, una dose di anfetamine da 44,5 grammi, suddivisa in due involucri. Il pusher ha raccontato ai poliziotti che la sostanza consisteva in aminoacidi per uso sportivo ma le analisi lo hanno smascherato. Il 43enne, messo alle strette, ha poi confessato la verità: la droga arrivata dalla Repubblica Ceca, veniva ordinata attraverso una casella e-mail fittizia e pagata attraverso bonifici western union. Dall'analisi del pc che gli investigatori hanno sequetrato all'uomo è emersa anche una ampia rete di clienti che vanno dai 20 ai 65 anni. La sostanza, sostengono gli agenti del Commissariato, veniva utilizzata anche per festini a base di sesso.