Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Procura non imputa responsabilitā al 59enne Mohammed Abiach

BIMBO TRAVOLTO E UCCISO: CHIESTA L'ARCHIVIAZIONE PER IL PADRE

Gli accertamenti hanno chiarito la dinamica: fu una tragica fatalitā


POSSAGNO – (gp) Giunti anche i risultati degli ultimi accertamenti disposti dalla Procura di Treviso, il pm Gabriella Cama ha formalmente chiesto l'archiviazione del fascicolo riguardo la morte di Sifedine Abiach, il piccolo di 13 mesi investito e ucciso dal padre, il 59enne Mohammed.

L'uomo era stato infatti iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, ma gli inquirenti sono giunti alla conclusione che l'incidente è stato una tragica fatalità e che l'uomo non ne è dunque responsabile, almeno dal punto di vista penale.

L'autopsia sul corpo del piccolo, eseguita dall'anatomopatologo trevigiano Alberto Furlanetto e dal medico legale Michele Cottin, il consulente di parte nominato dai legali del padre della vittima, gli avvocati Paola Miotti e Simona Dametto, ha sostenuto che a spezzare la vita del bimbo è stato un evento traumatico causato da uno schiacciamento cranico, compatibile dunque con quanto raccontato ai carabinieri dal padre. Dopo una prima versione (era stato detto che Sifedine era caduto dalle scale), i genitori avevano poi ammesso che fu Mohammed, facendo retromarcia nel giardino della loro casa di via Coan a Possagno, a travolgere il piccolo.