Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Secondo tempo encomiabile per Treviso, decisiva la meta di Minto

IL DERBY D'ITALIA VA AL BENETTON: I LEONI SBRANANO LE ZEBRE 26-16

Sabato a Monigo ci sarà l'occasione per lasciare l'ultimo posto



PARMA - Vittoria in un match equilibrato, ma soprattutto prima dell'anno che arriva nel momento più delicato ed importante. Il Benetton Treviso si impone 16-26 nel primo derby stagionale contro le Zebre.

Treviso ha la prima occasione quasi subito, ma inspiegabilmente Henry Seniloli - chiamato all'ultimo al posto degli influenzati Edoardo Gori ed Alberto Lucchese - decide di giocare un calcio di punizione, invece di andare per i pali. L'azione sfuma e le Zebre risalgono il campo, trovando la prima meta di giornata. Serie di fasi a ridosso della linea biancoverde, finchè non si crea la superiorità con Leonard che serve Venditti in bandierina. Haimona colpisce il palo interno nella trasformazione per il 7-0.

La reazione biancoverde è affidata al piede di Jayden Hayward che accorcia al 9', ma che anche innesca una battaglia personale con Haimona con due calci piazzati realizzati a testa per un parziale dopo il primo quarto di gara di 13-6. 

Alla mezz'ora i Leoni pareggiano. L'azione nasce con le Zebre in attacco in maul. Leonard apre ma viene impattato da Henry Seniloli che con una mano tiene palla e si invola indisturbato verso la meta. Nel bene e nel male protagonista assoluto del primo tempo il mediano di mischia figiano, chiamato in campo all'ultimo nel XV della Marca. Haimona pochi minuti più tardi fallisce dalla distanza il calcio dell'ulteriore vantaggio bianconero. Non sbaglia, invece, Jayden Hayward proprio allo scadere, portando Antonio Pavanello e compagni al riposo avanti di tre punti.

La ripresa si apre con le Zebre che rientrano in partita con il piglio dei primi minuti e pareggiano al 5' con un calcio di Haimona. Ma il Benetton si riporta avanti poco dopo. Jayden Hayward inventa una buona azione e ricicla all'interno per Henry Seniloli che viene placcato al collo da Van Schalkwyk.

Cartellino giallo e tre punti per gli ospiti. La parità numerica viene, tuttavia, ristabilita poco dopo con un cartellino giallo comminato a Simone Ragusi per un placcaggio pericoloso su Sarto. A 10' dalla fine, occasione per Haimona per riportare nuovamente lo score in parità ma l'apertura azzurra stringe troppo e non cambia il punteggio. 

E' l'occasione buona per il Benetton per rimettere a posto le ultime cose e andare nuovamente in meta a pochi giri di lancette dal termine. Bella giocata dei trequarti che crea il varco giusto per Michele Campagnaro. Il centro miranese viene placcato, ma da terra, girandosi, riesce ad alzare l'ovale a Francesco Minto che vola oltre la linea. Jayden Hayward trasforma e si prende il titolo di Guinness PRO12 man of the match. Una giornata da cui ricominciare per il Benetton Treviso, che sabato prossimo, ospitando proprio le Zebre, avrà la chance per lasciare gli avversari all'ultimo posto.

 

 

MARCATORI: pt 5' Venditti meta tr. Haimona; 9' Hayward p.; 12' Haimona p.; 15' Hayward p.; 18' Haimona p.; 30' Seniloli meta tr. Hayward; 40' Hayward p.; st 5' Haimona p.; 11' Hayward p.; 34' Minto meta tr. Hayward.

ZEBRE: Daniller (st 36' Chillon); Venditti (st 28' Toniolatti), Bisegni (st 12' Orquera), M. Pratichetti, Sarto; Haimona, Leonard; Vunisa (st 16' Bernabò), Bergamasco, Van Schalkwyk; Biagi (st 16' Bortolami), Geldenhuys; Chistolini, Manici, Lovotti (st 12' De Marchi). A disp.: Fabiani,  Redolfini. All. Cavinato.

BENETTON TREVISO: Hayward; Ragusi, Campagnaro, Bacchin, Nitoglia (st 36' A. Pratichetti); Christie, Seniloli (st 30' Ambrosini); Budd, Minto, Barbini (st 9' Favaro); Van Zyl (st 36' Swanepoel), Pavanello (st 9' Fuser); Muccignat (st 9' Rae), Giazzon (st 36' Anae), Zanusso (st 38' Novak). All. Casellato.

ARBITRO: McMenemy della Federazione Scozzese. 

NOTE: pt 13-16; cartellino giallo a: Van Schalkwyk (st 10'), Ragusi (st 16'); spettatori: 4530; Guinness PRO12 man of the match: Jayden Hayward (Benetton Treviso); calciatori: Zebre 4/6 (Haimona 4/6), Benetton Treviso 6/6 (Hayward 6/6); punti in classifica: Zebre 0, Benetton Treviso 4.