Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le imprese socie potranno rivolgersi a qualunque delle tre strutture

NASCE LA PATREVI DI CONFINDUSTRIA: SERVIZI E CONSULENZE IN COMUNE

Accordo tra le associazioni di Padova, Treviso e Vicenza


PADOVA -  Superare i confini provinciali e creare a un vero e proprio sistema associativo ‘aperto’. Dove ognuna delle 6.000 imprese associate a Padova, Treviso e Vicenza potrà liberamente circolare e scegliere a quale associazione rivolgersi per questo o quel servizio, indipendentemente dalla territoriale alla quale è iscritta, privilegiando di volta in volta specializzazione e competenza. È il cambio di paradigma deciso da Confindustria Padova, Confindustria Vicenza e Unindustria Treviso e sancito oggi a Padova dalla firma di un inedito e ambizioso accordo da parte dei rispettivi presidenti, Massimo Pavin, Giuseppe Zigliotto, Maria Cristina Piovesana.
Un’innovazione di sistema – spiegano i promotori - che conferisce centralità e piena sovranità all’impresa, libera di muoversi nel nuovo network del Veneto Centrale, coerente con la Riforma Confindustria, ma anche con i valori di libero mercato, concorrenza e merito. Le tre associazione rappresentano un megadistretto che rappresenta il 65% del valore aggiunto manifatturiero veneto e il 66% dell’export: già dal 2012 hanno avviato nuove forme di stretta colaborazione. Ora il processo accelera con la progressiva integrazione di tutti i servizi associativi e attività di consulenza, e pone le basi per superare la “geografia” provinciale: il perimetro dei servizi progressivamente integrati si allarga e comprende, tra gli altri, ricerca e innovazione, fisco, lavoro e previdenza, diritto d’impresa, education, sicurezza, territorio e urbanistica.
Il libero accesso ai servizi di Confindustria Padova, Confindustria Vicenza e Unindustria Treviso, da parte di tutte le imprese associate a ciascuna di queste territoriali, diventerà effettivo novanta giorni dopo la sottoscrizione dell’intesa. Dopo un anno di sperimentazone, si verificheranno l’impatto sulle strutture, la qualità dei servizi e la soddisfazione delle imprese.
“Con l’accordo odierno sperimentiamo il capovolgimento dell’ordine gerarchico e dell’impostazione sulla base dei quali si è retta la relazione associativa”, sostiene la presidente di Unindustria Treviso, Maria Cristina Piovesana.  Un'alleanza benedetta anche da Confindustria Veneto: ““L’intesa è un deciso passo in avanti verso l’integrazione tra le associazioni territoriali venete, rispondendo soprattutto ad una più ampia esigenza di fare sistema a livello regionale”, sottolinea il Roberto Zuccato, leader degli industriali veneti