Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pubblicati i dati del Ministero della Giustizia riguardo la situazione delle 139 Procure

DALLA COSTA: "PENULTIMI IN ITALIA PER RAPPORTO PM-CITTADINI"

Il procuratore di Treviso: "In Veneto siamo di certo i più penalizzati"


TREVISO – (gp) “Treviso è al penultimo posto in Italia, e di gran lunga la peggiore del Veneto, per il rapporto tra numero di pubblici ministeri e cittadini. E' una situazione che deve essere modificata”. Il quadro dipinto dal procuratore di Treviso Michele Dalla Costa è a tinte foschissime, tanto più se confrontato con i dati diffusi dal Ministero della Giustizia rispetto alle altre realtà italiane, o anche soltanto venete.

La Procura di Treviso, che ha sempre lavorato a ottimi livelli riuscendo a smaltire un gran numero di fascicoli, si ritrova ancora una volta relegata agli ultimi posti quando si tratta di reclamare risorse per offrire ai cittadini un servizio degno di tale nome. Il confronto è infatti impietoso: a Treviso c'è un pubblico ministero ogni 79.708 abitanti quando la media nazionale è di 1 ogni 30 mila.

Il Veneto in generale non se la passa bene, ma i numeri dicono il contrario se si confrontano con quelli del Palazzo di Giustizia di Treviso. A Vicenza c'è un pm ogni 61 mila abitanti, a Verona ogni 52 mila, a Belluno ogni 36 mila e a Venezia ogni 34 mila. Il problema, secondo il procuratore Dalla Costa, è che Treviso è sottodimensionata. Nel senso che si sta valutando se tutte le notizie di reato vengano trasmesse in Procura o se si perdano chissà dove. O anche che non vengano proprio presentate denunce dalla popolazione per qualsiasi motivo.

“Verosimilmente abbiamo dei fattori che non sono stati adeguatamente considerati e che stiamo cercando di considerare – ha dichiarato Dalla Costa – Per esempio quelli legati agli infortuni sul lavoro, alle malattie professionali, all'inquinamento e anche agli incidenti stradali. Tutte attività che potrebbero impegnare la Procura e che sicuramente questa Procura, con questi numeri, non sarebbe in grado di gestire. Basti pensare alla scopertura del 18% che riguarda soltanto il personale amministrativo”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica