Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

imputazione coatta per truffa nei confronti di un 40enne di Pieve di Soligo

COMPRA UN SUV "INESISTENTE": CONCESSIONARIO A PROCESSO

La vittima voleva acquistare una Bmw X5 importata dagli Usa


PIEVE DI SOLIGO – (gp) Compra un suv da un concessionario d'auto che importa veicoli usati dagli Stati Uniti ma, dopo aver versato oltre 20 mila euro, non vede la minima traccia della vettura. Denunciato il fatto alle autorità, la Procura di Treviso aveva dato il via alle indagini chiedendo però l'archiviazione del caso in quanto le condotte contestate all'indagato integrano più “un inadempimento contrattuale piuttosto che gli artifici e raggiri necessari a realizzare una truffa”.

Ma la vittima, difesa dagli avvocati Cristiana Polesel e Cristiana Zuccolotto, ha deciso di opporsi a quella richiesta di archiviazione e il giudice Bruno Casciarri, analizzate le fonti di prova, ha dato torto al pm disponendo l'imputazione coatta a carico del concessionario, un 40enne di Pieve di Soligo. Secondo l'accusa infatti l'uomo, dopo aver incassato il denaro per importare dagli Usa una Bmw X5, avrebbe fornito notizie false riguardo alle pratiche di sdoganamento e alla sostituzione di alcune centraline, solo per fare qualche esempio, per giustificare il pagamento anticipato delle somme pattuite.

La vittima, convinta di aver fatto un affare, avrebbe sempre assecondato le richieste di pagamento del concessionario, salvo poi nutrire dei sospetti quando, a distanza di qualche mese, l'auto non è mai arrivata a destinazione. Ora il 40enne, che difeso dall'avvocato Omar Meneghello si è anche offerto di restituire la somma intascata, dovrà affrontare un processo per truffa.