Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Commesse per 450 milioni, dall'hotel di Gardaland all'universitÓ di Padova

PER CARRON NON C'╚ CRISI: IL 2014 SI CHIUDE IN CRESCITA

Bilancio in utile di 4,2 milioni per l'impresa di costruzioni


SAN ZENONE DEGLI EZZELINI - Carron sfida la crisi e archivia un 2014 in positivo grazie soprattutto all'edilizia industriale privata o all’hotellerie. L'azienda di San Zenone degli Ezzelini chiude il bilancio con un valore di produzione superiore a 177 milioni di euro, in crescita del 24% sull’anno precedente.
Pur tenendo conto delle difficoltà del sistema economico in generale e in particolare del settore delle costruzioni (-32% di investimenti in Italia tra 2008 e 2014) l’impresa trevigiana migliora la propria posizione, migliorando efficienza organizzativa e razionalizzazione dei costi. In parallelo, si mantiene sostanzialmente inalterata la redditività: il margine operativo lordo (Ebitda) della gestione caratteristica sfiora i 16 milioni di euro, in linea con il 2013, e il margine operativo (Ebit) si attesta sopra 14 milioni di euro. L'utile netto ammonta a 4,2 milioni di euro, mentre la posizione finanziaria netta a dicembre 2014 scende a 5,9 milioni, registrando una variazione positiva di 20,2 milioni di euro sul 2013.
Il portafoglio lavori può contare in prospettiva su commesse per 450 milioni di euro. Il 2014 ha segnato un ulteriore spostamento delle committenze verso il settore privato, che ha pesato per il 62% sul totale degli appalti. Si è ulteriormente consolidata l’espansione territoriale che ha visto impegnata l’azienda nell’ultimo quinquennio: oltre ai numerosi cantieri in corso in Lombardia e a Milano, Carron ha commesse attive in tutto il Triveneto, in Emilia Romagna, Toscana, Valle d’Aosta. Nel Veneto, è di questi giorni la posa della prima pietra del cantiere per la costruzione del nuovo Polo Umanistico dell’Università di Padova, mentre recentemente sono stati ultimati i lavori per l’ampliamento del centro commerciale di Sileamare in provincia di Treviso. Attualmente la Carron è impegnata nella costruzione del nuovo Gardaland Adventure Hotel che si aggiunge al complesso alberghiero del parco divertimenti più grande d’Italia.
Per quanto riguarda il 2015, la fase recessiva continua a caratterizzare il mercato, intensificandosi ulteriormente e colpendo sensibilmente il settore, a causa del continuo rinvio degli investimenti, anche importanti e urgenti, che si traduce non solo in una riduzione delle gare a evidenza pubblica, ma anche nel forte ridimensionamento della domanda del settore privato. Nonostante il perdurare delle difficoltà del contesto, per la Carron il profilo dell’anno si presenta positivamente, considerando l’ampio margine di opportunità derivanti da ulteriori commesse che potranno andare a rafforzare il portafoglio lavori.
Nel 2015, infine, la Carron - tra le primissime imprese italiane del settore dell’edilizia e costruzioni – ha ottenuto il rating di legalità, riconosciuto dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con il punteggio di due stellette.