Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il cavaliere aveva 88 anni, i funerali il 16 luglio alle 10 a Paese

ADDIO AD ODONE POLIN, PATRON DELLA GENERAL FILTER

L'imprenditore era a capo della multinazionale dal 1965



PAESE
- All’età di 88 anni, è venuto a mancare il cavaliere Odone Polin, fondatore di General Filter, azienda multinazionale di Treviso leader nella produzione di filtri Made in Italy, da lui creata nel lontano 1965 con lo scopo di offrire la massima qualità dell’aria in ambienti civili, industriali e ospedalieri.
Emigrato 50 anni fa negli Stati Uniti per dare un futuro migliore alla sua famiglia, ritorna anni dopo nel suo Paese con l’idea di creare qualcosa di nuovo per poter crescere i suoi figli senza dover abbandonare la sua terra d’origine. In America aveva visto nascere e diffondersi un settore completamente nuovo, quello della filtrazione dell’aria. E’ da questa intuizione che parte la storia di General Filter che lo porterà, tra i primi in Italia, a occuparsi di produzione di celle filtranti.
Come imprenditore dimostra da subito tutta la sua lungimiranza nel trovare i giusti partner commerciali per ampliare l’attività produttiva, di cui ama occuparsi. Era proprio questa la sua grande passione: ingegnarsi a costruire macchinari per aumentare l’efficienza e la qualità del suo prodotto.
Nel corso degli anni Odone ottiene molte gratificazioni lavorative, portando una piccola impresa artigianale a essere una riconosciuta realtà industriale internazionale nel settore della filtrazione dell’aria che oggi conta 5 sedi commerciali, in Italia, Francia, Spagna e Turchia, con apertura in Asia prevista per la fine del 2015, e oltre 20 distributori che già operano in Europa, Medio Oriente, Nord Africa e Sud America. Questa sua caparbietà nel raggiungere gli obiettivi, lo porta a ottenere la nomina a cavaliere del lavoro nel 1984.
Ma la sua vittoria più grande è forse essere riuscito a far appassionare i figli nell’attività di famiglia, trasmettendo loro la passione e l’amore verso il proprio lavoro. E’ proprio questo il testamento spirituale che Giovanni Polin, oggi amministratore delegato e presidente del gruppo, raccolto nel suo dolore, ci tiene a portare avanti: “General Filter nasce dal sacrificio che mio padre ha saputo portare avanti con duro lavoro per creare un mondo migliore: un dna che personalmente mi sforzerò sempre di mantenere vivo e di trasmettere come eredità spirituale alle future generazioni, insieme al forte senso della famiglia e all’importanza di fare squadra intorno a essa. Con lui se ne va una parte importante di quel Nord Est, “Locomotiva d’Italia”, che ha contribuito a rendere il nostro territorio così fecondo e che ha rappresentato per tanti anni una guida per tutti noi di General Filter”.
I funerali si terranno domani, 16 luglio, alle 10, nella chiesa arcipretale “San Martino” di Paese.