Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Canale d'Agordo, era bloccato in un canalone vicino alla cascata delle Comelle

SBAGLIA SENTIERO IN VAL GARES E FINISCE INCRODATO

Escursionista 46enne di Motta salvato dal Soccorso alpino


CANALE D'AGORDO - Escursionista trevigiano in difficoltà, salvato dal Soccorso alpino, in Val Gares, tra l'Agordino e il Primiero.
L'uomo, D. T., 46 anni, di Motta di Livenza, si era incamminato lungo il sentiero numero 704, poi però era inavvertitamente uscito dal percorso, finendo incrodato in un canale sulla destra della cascata delle Comelle, senza riuscire più a risalire o a scendere. Per sua fortuna, il malcapitato camminatore è riuscito a chiamare il 118, nonostante l'area sia quasi completamente priva di copertura telefonica. Intorno alle 10.30 è scattato l'allarme. In zona, peraltro, già si trovavano molti uomini del Soccorso alpino, impegnati nelle ricerche di un'altra persona dispersa da alcuni giorni. Una squadra, individuato il 46enne trevigiano, ha risalito dal basso il canalone e l'ha raggiunto: l'escursionista è stato assicurato e calato con le corde, per poi essere riaccompagnato lungo il sentiero fino alla strada.
Come detto una trentina di soccorritori stava battendo la zona dell'Orrido della Comelle, Banca delle Fede e Malga Stia alla ricerca di Luciano Bizzotto, un 55enne di Rosà, partito per un'escursione la mattina del 6 agosto e mai rientrato. Nelle scorse settimane sono state effettuate varie perlustrazioni senza esito: anche quest'ultima operazione, compiuta anche con l'aiuto di sette unità cinofile e concentrata nell'ultima parte dell'itinerario che il vicentino avrebbe dovuto seguire, non ha permesso di individuare alcuna traccia dell'uomo.