Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tre uomini e una donna stavano cercando di imbarcarsi per Dublino

DOCUMENTI FALSI: QUATTRO ARRESTATI AL CANOVA

Nel 2015 già 12 gli arresti e 23 i denunciati dalla Polaria



TREVISO
– (gp) Dodici arresti e ventitré denunce. E' questo il bilancio dei primi otto mesi del 2015 della Polaria in merito al controllo all'aeroporto Canova di Treviso sui documenti falsi presentati dai passeggeri. Gli ultimi in ordine di tempo sono tre cittadini cinesi (due uomini e una donna) e un cittadino romeno che sono finiti in manette per aver tentato di imbarcarsi su un volo diretto a Dublino con dei documenti contraffatti. La nova legge antiterrorismo, in vigore da marzo, non prevede più la semplice denuncia ma l'arresto. Prima che diventasse operativa, la Polaria ha denunciato dal primo gennaio 2015 ben 23 persone nate in Nigeria, Macedonia, Cina, Romania, Albania e Moldavia. I vertici della Polizia aeroportuale sottolineano come il livello di sicurezza sia stato innalzato e questi sono i risultati di un controllo più approfondito sui viaggiatori.