Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dall'incidente probatorio "nulla di penalmente rilevante"

ABUSI ALL'ASILO: IL CASO VERSO L'ARCHIVIAZIONE

Indagate tre maestre: atti sessuali con minori e maltrattamenti



TREVISO
- (gp) Nulla di penalmente rilevante. E' questa la conclusione del gip il quale, chiudendo l'incidente probatorio nel quale sono stati sentiti dodici bambini vittime di presunti abusi all'interno della scuola materna di via Belgio a San Paolo, ha inviato gli atti al pm che dovrà decidere come far proseguire l'inchiesta. Ma è probabile, visti gli elementi agli atti, che il fascicolo possa chiudersi con una richiesta di archiviazione.

Sotto accusa ci sono tre maestre della scuola materna, difese dagli avvocati Danilo Riponti e Stefania Inglese, iscritte nel registro degli indagati per le ipotesi di reato di atti sessuali con minori e maltrattamenti. A quanto emerso finora, le denunce presentate dalle famiglie dei minori coinvolti, rappresentati dagli avvocati Fabio Crea e Alessandra Nava, risulterebbero prive di fondamento. O almeno non sono state confermate dai diretti interessati i quali sarebbero stati vaghi nel ricostruire i presunti abusi e non avrebbero risposto a tutte le domande.

Ma alcune versioni dei fatti avrebbero comunque collimato con le accuse, segno che qualcosa, anche se di meno grave rispetto alle ipotesi di reato, potrebbe essere accaduto all'interno della scuola materna. Si tratterebbe magari più di punizioni nei confronti dei piccoli e non di certo di abusi sessuali. Elemento sul quale il pm titolare delle indagini, il sostituto procuratore Iuri De Biasi, dovrà esprimere un giudizio di merito da presentare poi al gip.

Potrebbe trattarsi di una richiesta di archiviazione o magari di una richiesta di rinvio a giudizio per l'accusa più lieve di abuso dei mezzi di correzione. Di certo c'è che, come sottolineato dal procuratore di Treviso Michele Dalla Costa pochi giorni dopo i fatti (era fine maggio), l'episodio del pugno sferrato a una delle maestre non ha permesso di indagare. Forse i video di quanto avveniva nell'asilo avrebbero potuto chiarire tutto molto prima, stabilendo se le accuse potessero essere fondate o inventate. Come sembra essere emerso, almeno dal punto di vista penale.