Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista allo storico Daniele Ceschin e al cantante Ricky Bizzarro

LE MEMORIE DI CHI VISSE LA GUERRA NELLO SPETTACOLO "DALLA TERRA DI NESSUNO"

Mercoledì 7 ottobre al Teatro Aurora di Treviso


TREVISO - Sono lettere, memorie, diari di soldati e di civili, pezzi di letteratura e canti della guerra le fonti che hanno ispirato lo spettacolo “Dalla terra di nessuno. Cronache di guerra tra Caporetto e il Piave”, ideato e interpretato dallo storico Daniele Ceschin e dal cantautore Ricky Bizzarro. Dopo il successo dell'anteprima a Casier, arriva la replica: domani, mercoledì 7 ottobre, alle 20.30 al Teatro Aurora di Treviso, in via Venier 32.

Cronache di guerra tra Caporetto e il Piave racconta la ritirata dei soldati italiani da Caporetto durante la Prima Guerra Mondiale. “Storie di soldati che vengono accusati di tradimento dopo la rotta di Caporetto, soldati che vivono l'esperienza tragica della trincea, soldati fucilati, soldati catturati e fatti prigionieri, soldati caduti, come si diceva (noi preferiamo usare la parola morti). - spiega ai nostri microfoni il professor Ceschin - Ogni giorno per 3 anni e mezzo muoiono 533 soldati italiani al giorno. Poi ci sono i civili nell'ultimo anno di guerra, l'anno dell'occupazione. E' l'anno della violenza, del nemico e l'anno della fame.”
La minuziosa ricostruzione degli eventi è a cura dello storico trevigiano Daniele Ceschin, che narra gli accadimenti insieme al cantautore Ricky Bizzarro, accompagnato in scena dal violoncello di Laura Balbinot, che per l'occasione ha riscoperto e arrangiato alcune canzoni popolari dell'epoca, spesso intonate dai nostri soldati al fronte negli estenuanti giorni di attesa passati in trincea. “Ho cercato di renderle all'essenziale e di cercare di trasmettere, più che la musicalità, quello che raccontavano. Tra le canzoni che mi hanno impressionato c'è “La Tradotta” - spiega Ricky Bizzarro - quando si usa la parola “mamma”, invece di “madre” perché mamma è una parola usata da gente molto giovane.”

L'evento si inserisce nell'ambito delle commemorazioni del centenario della Grande Guerra, ed è organizzato da Arci Treviso.
L'ingresso allo spettacolo prevede un'entrata a contributo responsabile, fino a esaurimento posti. Per Informazioni si prega di contattare Arci Treviso al numero 0422 410590, o di inviare una e-mail all'indirizzo treviso@arci.it.