Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra le donne trionfa la keniana Cherono, oltre 2mila partecipanti alla corsa

DANIELE MEUCCI ╚ IL RE DELLA MEZZA DI TREVISO

Il campione pisano senza rivali in un'ora 3' 40''



TREVISO -
 Da Pisa a New York, passando per la Marca. Daniele Meucci è il nuovo re della Mezza di Treviso. Il campione europeo di maratona ha corso in 1h03’40”, record della gara. Cancellato l’1h04’44” con cui il keniano Kiprop Limo aveva vinto, nel 2014, l’edizione inaugurale della gara organizzata dall’ex campione azzurro Salvatore Bettiol.

In mattinata, poco prima di schierarsi al via della Mezza di Treviso, Meucci aveva effettuato un allenamento di 10 chilometri. Lo sforzo supplementare non ha però influito sul suo rendimento in gara. Dietro l’angolo, per l’atleta pisano, c’è la maratona di New York, del 1° novembre.
Affiancato dal keniano Benard Kiplangat Bett e seguito in bicicletta dall’allenatore Massimo Magnani, Meucci è transitato al 10° chilometro in 30’05”. Al 15° chilometro (45’22”), nel cuore del Parco del Sile, i due atleti erano ancora appaiati. Poi, a due chilometri dal traguardo, poco prima di rientrare nel centro storico di Treviso, l’azzurro ha allungato la falcata e Kiplangat Bett è andato in crisi, cedendo di schianto. Il keniano ha chiuso in 1h07’04”, a 3’24” da Meucci. Bronzo, in 1h11’55”, per il bellunese Nicola Spada.
“E’ stato un test molto soddisfacente – ha detto Meucci -. Mi ha sorpreso il percorso, bello e scorrevole. C’era anche tanta gente. Ho corso al ritmo che mi ero proposto, e quando, al 19° chilometro, ho provato ad allungare, mi sono
ritrovato subito da solo. Se sono pronto per New York? Sì, ma il mio obiettivo è soprattutto l’Olimpiade di Rio”.

La keniana Caroline Cherono ha dominato la gara femminile, chiudendo in 1h14’10”. Un tempo di tutto rispetto, al termine di una prova solitaria. Nonostante il ritiro di Giovanna Pizzato, che ha abdicato dopo il secondo posto del 2014, due atlete venete hanno occupato gli altri due gradini del podio: la vicentina Chiara Renso è stata argento in 1h19’27”, mentre la veneziana d’adozione altoatesina Elena Casaro è giunta terza in 1h20’21”.
E’ stata la gara dei campioni, ma anche dei tantissimi appassionati (duemila gli atleti in classifica) che hanno ribadito, dopo il bell’esordio del 2014, il fascino della mezza maratona organizzata da Bettiol.
Al traguardo, tra gli altri, anche Franca Fiacconi (1h37’57”). “Un percorso spettacolare – ha commentato l’unica italiana ad aver vinto la maratona di New York -, non si finisce mai di guardarsi attorno”. E il campione olimpico di Seul, Gelindo Bordin, dopo aver concluso la gara in poco più di 1h50’, ha confermato: “Un grande evento, un grande pubblico. A Treviso, andando avanti così, dovranno pensare di allargare le strade…”.
Tra i partecipanti anche il presidente di Diadora, Enrico Moretti Polegato, al debutto sulla distanza (“Meglio guidare un’azienda o correre la mezza maratona? Meglio guidare un’azienda e correre la mezza maratona”).
Entusiasta Bettiol, rimasto sulla linea del traguardo sino all’arrivo dell’ultimo concorrente: “Vogliamo portare sempre più gente a correre a Treviso. Ai duemila atleti della mezza maratona, vanno aggiunti i 700 partecipanti alla Family Run. Manifestazioni come queste contribuiscono a rendere viva la città e riempiono gli alberghi (17 le regioni rappresentate al via, ndr). E’ stata una grande festa”. Prossimo appuntamento, il 9 ottobre 2016.

Le classifiche.

Uomini: 1. Daniele Meucci (Esercito) 1h03’40”, 2. Benard Kiplangat Bett (Ken) 1h07’04”, 3. Nicola Spada (Ana Atl. Feltre) 1h11’55”, 4. Michele Giofrè (Atl. Castello) 1h12’05”, 5. Eddj Nani (Atl. San Rocco) 1h12’18”, 6. Roberto Graziotto (Gagno Ponzano) 1h12’46”, 7. Andrea Petarra (Apuliathletica) 1h12’57”, 8. Matteo Penazzato (Atl. Riviera del Brenta) 1h13’00”, 9. Cristian Cenedese (Atl. San Rocco) 1h13’15”, 10. Fabrizio Paro (Idealdoor Lib. San Biagio) 1h14’38”.
Donne: 1. Caroline Cherono (Ken) 1h14’10”, 2. Chiara Renso (Atl. Vicentina) 1h19’27”, 3. Elena Casaro (Essetre Running) 1h20’21”, 4. Giulia Merola (A.A.A. Malo) 1h23’54”, 5. Sara Cremonese (Atl. Mogliano) 1h24’16”, 6. Daniela Ferraboschi (Runners Team Zanè) 1h24’22”, 7. Chiara Pianeta (As Catania 2000) 1h28’57”, 8. Lauren Irwin (Percorrere il Sile) 1h29’17”, 9. Sara Trevisan (Lib. Piombino Dese) 1h29’19”, 10. Michela Ipino (Bassano Running Store) 1h29’46”.

Clicca qui per le classifiche complete