Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Al momento non ci sono evidenze per azioni contro i vecchi veritici"

VENETO BANCA, DIMISSIONI CDA DOPO IL BILANCIO 2015

Ad annunciarlo il presidente Francesco Favotto


MONTEBELLUNA - L'attuale cda di Veneto Banca si presenterà dimissionario all'assemblea per l'approvazione dell'attuale esercizio in corso, in programma nella primavera dell'anno prossimo. Ad annunciarlo lo stesso presidente del gruppo bancario montebellunese, Francesco Favotto: "Nel progetto di trasformazione in spa, quotazione e rafforzamento patrimoniale, il consiglio si è assunto la responsabilità di progettare e avviare il percorso, per poi presentare il primo rendiconto con l'approvazione del bilancio 2015. In quella sede si presenterà dimissionario, in virtù del cambiamento di assetto e del ruolo dei soci".
Il numero uno di Veneto Banca ha anche risposto alla possibile contestazione su un organismo eletto in un regime di cooperativa popolare destinato a guidare una società quotata. "Oltre alla base giuridica, ci conforta la sostanza: di fronte a situazioni così cogenti non potevamo sottrarci dal prendere le decisioni che abbiamo preso".
Sulla richiesta di azioni di responsabilità nei confronti dei precedenti vertici della banca, sollecitate anche dai sindacati dei dipendenti, Favotto ha sottolineato che la questione verrà affrontata "se e quando emergeranno evidenze empiriche che allo stato non ci sono". Il presidente ha perà anche specificato di non essere a conoscenza di clausole che, nel caso, impediscano una simile azione legale.

Galleria fotograficaGalleria fotografica