Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Al momento non ci sono evidenze per azioni contro i vecchi veritici"

VENETO BANCA, DIMISSIONI CDA DOPO IL BILANCIO 2015

Ad annunciarlo il presidente Francesco Favotto


MONTEBELLUNA - L'attuale cda di Veneto Banca si presenterà dimissionario all'assemblea per l'approvazione dell'attuale esercizio in corso, in programma nella primavera dell'anno prossimo. Ad annunciarlo lo stesso presidente del gruppo bancario montebellunese, Francesco Favotto: "Nel progetto di trasformazione in spa, quotazione e rafforzamento patrimoniale, il consiglio si è assunto la responsabilità di progettare e avviare il percorso, per poi presentare il primo rendiconto con l'approvazione del bilancio 2015. In quella sede si presenterà dimissionario, in virtù del cambiamento di assetto e del ruolo dei soci".
Il numero uno di Veneto Banca ha anche risposto alla possibile contestazione su un organismo eletto in un regime di cooperativa popolare destinato a guidare una società quotata. "Oltre alla base giuridica, ci conforta la sostanza: di fronte a situazioni così cogenti non potevamo sottrarci dal prendere le decisioni che abbiamo preso".
Sulla richiesta di azioni di responsabilità nei confronti dei precedenti vertici della banca, sollecitate anche dai sindacati dei dipendenti, Favotto ha sottolineato che la questione verrà affrontata "se e quando emergeranno evidenze empiriche che allo stato non ci sono". Il presidente ha perà anche specificato di non essere a conoscenza di clausole che, nel caso, impediscano una simile azione legale.

Galleria fotograficaGalleria fotografica