Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Paese, il capoclan si serviva anche di nipoti e figli minorenni

FURTI DI CELLULARI, IN CELLA ADRIANO HUDOROVICH

Raggiri denunciati mesi fa anche dalla trasmissione "Le iene"


PAESE - Furto aggravato con mezzo fraudolento con l'aggravante dell'utilizzo di persone non imputabili perchè inferiori a 14 anni. Questo il reato che ha portato il gip del tribunale di Treviso a firmare un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un noto capoclan nomade di 63 anni, Adriano Hudorovich, detto “lo stanco”. All'uomo, residente in un campo nomadi di Paese, lungo la Castellana, sono attribuiti i furti di quattro telefoni cellulari avvenuti in tre episodi distinti avvenuti il 31 gennaio ed il 20 e 28 luglio. Il metodo utilizzato, già denunciato alcuni mesi fa dalla trasmissione televisiva “Le Iene”, era sempre lo stesso. Il nomade scovava su portali di annunci le potenziali vittime a cui rubare il telefonino che il malcapitato aveva messo in vendita: questi venivano contattati, attirati presso il campo nomadi spesso con la collaborazione di giovanissimi parenti di Adriano Hudorovich e quindi alleggeriti del telefonino con la scusa di portarlo a “far controllare” presso un centro di assistenza. Il cellulare però, puntualmente, spariva nel nulla.