Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La compagnia La Ribalta"Accademia della diversitÓ" riprende Pirandello

LE MASCHERE SOCIALI E L'INCOMUNICABILIT└ NELLO SPETTACOLO "PERSONAGGI"

In scena per le scuole, al Teatro Verdi di Padova


PADOVA - Il gioco pirandelliano dell'incomunicabilità, delle maschere sociali, dei ruoli, delle forme apparenti, che tutti noi crediamo immobili e che invece si trasformano in continuazione, è terreno fertile per gli attori della compagnia teatrale professionale Teatro La Ribalta “Accademia arte della Diversità”, costituita da uomini e donne con handicap cognitivo che la mattina di mercoledì 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, porteranno in scena per le scuole, al Teatro Comunale G. Verdi di Padova, “Personaggi”. Lo spettacolo è un riadattamento di Julie Stanzak e Antonio Viganò, che ne cura anche la regia, liberamente ispirato a “Sei personaggi in cerca d'autore” di Luigi Pirandello.

L'interesse per il testo pirandelliano nasce dal dramma dei sei personaggi che domandano al teatro il
diritto di esistere. L'uso della maschera, il continuo conflitto con il doppio della nostra personalità, la sua vicinanza alla follia, la continua riflessione sull'individuo e le sue molteplici forme e facce, è il gioco del teatro di Pirandello: “Abbiamo la possibilità di esasperare i conflitti tra apparenza e realtà, tra normalità e anormalità, tra individuo e mondo e mostrare la tragicità di una vita “che si aggira piccola piccola tra le apparenze e che ci sembra quasi che non sia davvero, che sia solo una fantasmagorica meccanica”. E come dare importanza a queste vite “piccole”?

Lo spettacolo fa parte della stagione teatrale dedicata alle scuole Teatro Ragazzi Padova, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, ideata e organizzata da Tam Teatromusica, con la direzione artistica di Antonio Panzuto. La rassegna è proposta in orario scolastico, a integrazione dei programmi didattici.