Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In manette uno studente universitario padovano di 24 anni

CAPO SCOUT ARRESTATO: AVEVA ADESCATO UN 12ENNE

Denunciato a piede libero anche un 48enne di Taranto



TREVISO
- Adescavano minori sul web per poi intrattenere rapporti in chat su WhatsApp, arrivando anche a veri e propri incontri: due uomini sono finiti nei guai in seguito alle indagini della Polizia Postale dell’Emilia Romagna, partite dalla denuncia di una coppia di genitori bolognesi che avevano notato un comportamento "anomalo"nel figlio dodicenne, ossessionato da chat che avvenivano nel primo pomeriggio e in tarda serata.
La Polizia postale dell'Emilia Romagna ha arrestato a Treviso a novembre (ma è stato reso noto solo oggi) uno studente universitario 24enne di Padova che vive a Bologna, impegnato nel volontariato e capo scout, per atti sessuali con minorenne. Tramite i profili Facebook e Whatsapp adescava preadolescenti cercando di combinare incontri a sfondo sessuale.
Due mesi fa aveva organizzato un appuntamento a Treviso con un ragazzino del montebellunese, che ha incontrato nella sua stanza. Dopo averlo pedinato, la polizia lo ha arrestato grazie all'aiuto dei genitori della vittima. È stato poi sottoposto all'obbligo di dimora. Le indagini erano scattate dopo la denuncia di una coppia di genitori bolognesi, insospettiti dai contatti virtuali anomali che il figlio 12enne teneva con due adulti, uno dei quali il capo scout. Durante le attività investigative, gli agenti hanno denunciato anche l'altro adulto, un metalmeccanico 48enne di Taranto, residente a Modena, con precedenti per pornografia minorile e abuso su minori.