Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In manette uno studente universitario padovano di 24 anni

CAPO SCOUT ARRESTATO: AVEVA ADESCATO UN 12ENNE

Denunciato a piede libero anche un 48enne di Taranto



TREVISO
- Adescavano minori sul web per poi intrattenere rapporti in chat su WhatsApp, arrivando anche a veri e propri incontri: due uomini sono finiti nei guai in seguito alle indagini della Polizia Postale dell’Emilia Romagna, partite dalla denuncia di una coppia di genitori bolognesi che avevano notato un comportamento "anomalo"nel figlio dodicenne, ossessionato da chat che avvenivano nel primo pomeriggio e in tarda serata.
La Polizia postale dell'Emilia Romagna ha arrestato a Treviso a novembre (ma è stato reso noto solo oggi) uno studente universitario 24enne di Padova che vive a Bologna, impegnato nel volontariato e capo scout, per atti sessuali con minorenne. Tramite i profili Facebook e Whatsapp adescava preadolescenti cercando di combinare incontri a sfondo sessuale.
Due mesi fa aveva organizzato un appuntamento a Treviso con un ragazzino del montebellunese, che ha incontrato nella sua stanza. Dopo averlo pedinato, la polizia lo ha arrestato grazie all'aiuto dei genitori della vittima. È stato poi sottoposto all'obbligo di dimora. Le indagini erano scattate dopo la denuncia di una coppia di genitori bolognesi, insospettiti dai contatti virtuali anomali che il figlio 12enne teneva con due adulti, uno dei quali il capo scout. Durante le attività investigative, gli agenti hanno denunciato anche l'altro adulto, un metalmeccanico 48enne di Taranto, residente a Modena, con precedenti per pornografia minorile e abuso su minori.