Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La vittima, per gelosia, era stata minacciata e sequestrata

S'INNAMORA DELL'AGUZZINO E LO FA ASSOLVERE IN AULA

Alla sbarra un 34enne residente a Crocetta del Montello



CROCETTA DEL MONTELLO
- Denuncia l'uomo con cui aveva appena intrapreso una relazione perchè, folle di gelosia, l'avrebbe minacciata con una pistola, caricata in auto e segregata in casa per mezza giornata. Ma lei, nonostante tutto, si era innamorata di quell'aguzzino tanto da portarlo all'altare e dargli un figlio. La denuncia però è rimasta in piedi e il 34enne, originario di Pederobba ma residente a Crocetta del Montello, è finito a processo per rispondere di una lunga serie di accuse: sequestro di persona, violenza privata, minacce, ingiurie e lesioni.

Difeso dall'avvocato Stefano Zoccarato, rischiava una condanna fino a dieci anni di reclusione se tutti i capi d'imputazione fossero stati confermati. Ma il giudice ha pronunciato una sentenza di piena assoluzione perchè il fatto non sussiste. A salvarlo è stata proprio la vittima, ora sua moglie e madre di suo figlio, che si è rifiutata di rendere la propria testimonianza a dibattimento e di fatto non rendendo possibile la formazione della prova in aula. Motivo per cui il giudice, a fronte della richiesta della difesa di non far acquisire alla corte il fascicolo d'indagine in cui era stata formalizzata la denuncia, non ha potuto far altro che assolvere l'imputato.

Stando a quanto sostenuto dagli inquirenti, l'uomo avrebbe posto in essere le condotte contestate il 5 novembre 2012. accecato dalla gelosia, avrebbe caricato in auto la donna e l'avrebbe chiusa in casa per mezza giornata, minacciandola con una pistola. Anche un'amica della vittima, intervenuta per difenderla, sarebbe stata presa a schiaffi, minacciata e insultata pesantemente. Anche lei, dopo aver saputo che tra i due era sbocciato l'amore, ha deciso di ritirare la querela.