Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La vittima, per gelosia, era stata minacciata e sequestrata

S'INNAMORA DELL'AGUZZINO E LO FA ASSOLVERE IN AULA

Alla sbarra un 34enne residente a Crocetta del Montello



CROCETTA DEL MONTELLO
- Denuncia l'uomo con cui aveva appena intrapreso una relazione perchè, folle di gelosia, l'avrebbe minacciata con una pistola, caricata in auto e segregata in casa per mezza giornata. Ma lei, nonostante tutto, si era innamorata di quell'aguzzino tanto da portarlo all'altare e dargli un figlio. La denuncia però è rimasta in piedi e il 34enne, originario di Pederobba ma residente a Crocetta del Montello, è finito a processo per rispondere di una lunga serie di accuse: sequestro di persona, violenza privata, minacce, ingiurie e lesioni.

Difeso dall'avvocato Stefano Zoccarato, rischiava una condanna fino a dieci anni di reclusione se tutti i capi d'imputazione fossero stati confermati. Ma il giudice ha pronunciato una sentenza di piena assoluzione perchè il fatto non sussiste. A salvarlo è stata proprio la vittima, ora sua moglie e madre di suo figlio, che si è rifiutata di rendere la propria testimonianza a dibattimento e di fatto non rendendo possibile la formazione della prova in aula. Motivo per cui il giudice, a fronte della richiesta della difesa di non far acquisire alla corte il fascicolo d'indagine in cui era stata formalizzata la denuncia, non ha potuto far altro che assolvere l'imputato.

Stando a quanto sostenuto dagli inquirenti, l'uomo avrebbe posto in essere le condotte contestate il 5 novembre 2012. accecato dalla gelosia, avrebbe caricato in auto la donna e l'avrebbe chiusa in casa per mezza giornata, minacciandola con una pistola. Anche un'amica della vittima, intervenuta per difenderla, sarebbe stata presa a schiaffi, minacciata e insultata pesantemente. Anche lei, dopo aver saputo che tra i due era sbocciato l'amore, ha deciso di ritirare la querela.