Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sei mesi a un 83enne di Nova Veneza che risulta residente a San Fior

TORNA IN BRASILE MA PRENDE L'ASSEGNO SOCIALE: CONDANNATO

Per quasi tre anni avrebbe incassato indebitamente 16.785 euro



CONEGLIANO
– Condannato a sei mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena, perchè per quasi tre anni, pur essendo tornato a vivere in Brasile, suo paese natale, avrebbe mantenuto volutamente la propria residenza a San Fior per continuare a percepire l'assegno sociale di cui era destinatario. Un reddito mensile non di notevole quantità, ma che fino al momento in cui è stato scoperto ha permesso di fruttargli un totale di 16.875 euro. Denaro, secondo l'accusa, versato dall'Inps a un 83enne nato a Nova Veneza, un comune di 12 mila abitanti nello stato di Santa Catarina in Brasile, che non ne aveva diritto. I giudici lo hanno dichiarato colpevole di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato.