Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannati, con pena sospesa, Antonio e Loretta Velo

EVASIONE FISCALE VELO SPA: 20 MESI A PADRE E FIGLIA

Assolto per non aver commesso il fatto Marco Moretti



ALTIVOLE
– Un anno e otto mesi di reclusione ciascuno, con sospensione condizionale della pena, per Antonio e Loretta Velo. Assoluzione per non aver commesso il fatto per Marco Moretti. Questa la sentenza per l'evasione fiscale alla Velo Spa: padre e figlia erano imputati in quanto ex vertici dell'azienda di Altivole mentre Moretti in qualità di coamministratore di fatto della “Tmd Gmbh”, la società tedesca sui cui conti sarebbe stato fatto transitare il denaro che dalle cartiere tornava alla Velo Spa. Il giudice ha anche disposto la confisca dei beni in sequestro ai Velo fino a un ammontare di 851 mila euro. Erano accusati di dichiarato un imponibile fittizio di 4,2 milioni di euro e non aver quindi versato l'Iva per 850 mila.