Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: ╚ GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/167: SU IL SIPARIO SULL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Enrico Di Nitto si aggiudica il 78░ Open Nazionale


CERVIA - Si è alzato il sipario sull’Italian Pro Tour 2017, il circuito di gare nazionali e internazionali che, per dirla con le parole del Presidente FIG “riveste da anni un ruolo decisivo per accrescere la competitività dei nostri giocatori, ed è linfa vitale per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Hanno patteggiato Michele Cari, Salima Tomsig e Mois Braidic

QUATTRO MESI AI TRE DELLA "BANDA DELLA PEUGEOT BLU"

Erano stati arrestati dopo un colpo fallito a Castelcucco



CASTELCUCCO
– Se la sono cavata con un patteggiamento a quattro mesi di reclusione ciascuno ottenendo la sospensione condizionale della pena. Si tratta dei tre componenti della “banda della Peugeot blu”, residenti in un campo nomadi nel bassanese: Michele Cari, 21 anni, Salima Tomsig, 20 anni e Mois Brajdic, 18 anni. Per l'accusa, a bordo dell'utilitaria, avrebbero commesso numerosi furti in abitazione tra le province di Treviso e Vicenza. I tre erano stati arrestati dai carabinieri di Asolo e Onè di Fonte a fine febbraio dopo un furto andato in fumo a Castelcucco: il proprietario li aveva sorpresi e aveva subito chiamato il 112.