Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/14: GOLF CLUB CARIMATE

In Brianza un percorso piacevole, ad ogni buca il nome di una pianta


CARIMATE - Siamo in Brianza, una terra che si differenzia in numerosi tratti dal resto della Lombardia, per la natura geografica, demografica, economica, e linguistica, e non fa riferimento a un ente territoriale. I suoi comuni hanno attinenza a quattro differenti province: Milano, Monza, Como e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula una coppia di Vascon di Carbonera per truffa

PARROCO RAGGIRATO: I DUE GIOSTRAI VOGLIONO RISARCIRE

Vittima l'ex prete di Ponzano, don Angelo Trevisan



PONZANO
– Dopo essere riusciti a spillargli oltre 200 mila euro, ora chiedono al giudice di poter risarcire la vittima. E' la mossa processuale avanzata da una coppia di giostrai di Vascon di Carbonera (35 anni lui, 28 lei), accusata di aver circuito l'ex parroco di Ponzano Veneto don Angelo Trevisan. Difesi dall'avvocato Andrea Zambon, torneranno in aula a settembre. Per l'accusa i due, sfruttando l'incapacità di intendere e volere di cui soffriva al momento dei fatti il prete, che ha 92 anni, sarebbero riusciti a farsi consegnare in diverse occasioni decine e decine di migliaia di euro. Fu lo stesso parroco, fiutato il raggiro, a denunciare tutto alle autorità.