Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato dai carabinieri di Mogliano un 62enne cileno

PICCHIA E MINACCIA DI MORTE LA COMPAGNA: IN CELLA

E' accusato di estorsione, maltrattamenti e resistenza



PREGANZIOL
– Estorsione, maltrattamenti in famiglia, violazione di domicilio, violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale. E' la lunga serie di accuse che hanno portato all'arresto di un cileno di 62 anni residente a Venezia che per anni avrebbe reso la vita impossibile alla compagna, residente a Preganziol. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Mogliano Veneto dopo l'ennesimo litigio con la compagna la quale, stanca dei continui soprusi, ha sporto denuncia. Secondo l'accusa l'uomo, che difeso dall'avvocato Fabio Crea ha respinto le accuse, essendo disoccupato e abusando sistematicamente di alcol avrebbe vissuto alle spalle della donna chiedendole costantemente denaro dietro le minacce di morte. Anche le percosse sarebbero state all'ordine del giorno, anche poco prima dell'intervento dei carabinieri. Il 62enne aveva infatti sfondato la porta dell'appartamento della compagna e si era introdotto in casa sua. I carabinieri lo hanno trovato con in mano una bottiglia di whisky e una lattina di birra mentre la donna, impaurita, con i capelli arruffati e i vestiti sgualciti e i segni della violenza appena subita, era nascosta dietro la porta. Il giudice, convalidato l'arresto, ha disposto per l'uomo la custodia cautelare in carcere.