Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato dai carabinieri di Mogliano un 62enne cileno

PICCHIA E MINACCIA DI MORTE LA COMPAGNA: IN CELLA

E' accusato di estorsione, maltrattamenti e resistenza



PREGANZIOL
– Estorsione, maltrattamenti in famiglia, violazione di domicilio, violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale. E' la lunga serie di accuse che hanno portato all'arresto di un cileno di 62 anni residente a Venezia che per anni avrebbe reso la vita impossibile alla compagna, residente a Preganziol. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Mogliano Veneto dopo l'ennesimo litigio con la compagna la quale, stanca dei continui soprusi, ha sporto denuncia. Secondo l'accusa l'uomo, che difeso dall'avvocato Fabio Crea ha respinto le accuse, essendo disoccupato e abusando sistematicamente di alcol avrebbe vissuto alle spalle della donna chiedendole costantemente denaro dietro le minacce di morte. Anche le percosse sarebbero state all'ordine del giorno, anche poco prima dell'intervento dei carabinieri. Il 62enne aveva infatti sfondato la porta dell'appartamento della compagna e si era introdotto in casa sua. I carabinieri lo hanno trovato con in mano una bottiglia di whisky e una lattina di birra mentre la donna, impaurita, con i capelli arruffati e i vestiti sgualciti e i segni della violenza appena subita, era nascosta dietro la porta. Il giudice, convalidato l'arresto, ha disposto per l'uomo la custodia cautelare in carcere.