Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato dai carabinieri di Mogliano un 62enne cileno

PICCHIA E MINACCIA DI MORTE LA COMPAGNA: IN CELLA

E' accusato di estorsione, maltrattamenti e resistenza



PREGANZIOL
– Estorsione, maltrattamenti in famiglia, violazione di domicilio, violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale. E' la lunga serie di accuse che hanno portato all'arresto di un cileno di 62 anni residente a Venezia che per anni avrebbe reso la vita impossibile alla compagna, residente a Preganziol. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Mogliano Veneto dopo l'ennesimo litigio con la compagna la quale, stanca dei continui soprusi, ha sporto denuncia. Secondo l'accusa l'uomo, che difeso dall'avvocato Fabio Crea ha respinto le accuse, essendo disoccupato e abusando sistematicamente di alcol avrebbe vissuto alle spalle della donna chiedendole costantemente denaro dietro le minacce di morte. Anche le percosse sarebbero state all'ordine del giorno, anche poco prima dell'intervento dei carabinieri. Il 62enne aveva infatti sfondato la porta dell'appartamento della compagna e si era introdotto in casa sua. I carabinieri lo hanno trovato con in mano una bottiglia di whisky e una lattina di birra mentre la donna, impaurita, con i capelli arruffati e i vestiti sgualciti e i segni della violenza appena subita, era nascosta dietro la porta. Il giudice, convalidato l'arresto, ha disposto per l'uomo la custodia cautelare in carcere.