Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Miane, ha subito perso i sensi, negativo l'esito della tac

CADE IN DISCESA, FERITO CICLISTA DELLA RINASCITA

Mattia Pellizzer ha sbattuto il capo contro una roccia


MIANE - Mentre si stava allenando con i compagni di squadra della team ciclistico “Borgo Molino-Rinascita Ormelle” sulle colline trevigiane è caduto in un tratto in discesa ed ha sbattuto il capo contro un muretto di roccia. Un colpo violentissimo che ha portato alla rottura del caschetto di protezione. Attimi di paura quelli vissuti giovedì a Miane da Mattia Pellizzer, ciclista 17enne di Fanzolo di Vedelago. In pieno centro abitato, di fronte al ristorante "da Gigetto", Pellizzer all’improvviso ha perso, forse a causa di un tombino, il controllo della bici. Il ragazzo che pedalava in coda al drappello grigioverde  è letteralmente volato via, è finito contro un muretto di roccia sbattendo con la tempia su uno spigolo, restando sull’asfalto, privo di sensi.“Ho ancora i brividi – racconta il direttore sportivo della squadra Pavanello - Dopo avere perso l’equilibrio, Mattia è finito contro il muro ed ha compiuto due giri su se stesso a peso morto prima di finire a terra e restare immobile per almeno 30-40 interminabili secondi. Un incubo, dopo quanto visto domenica a Orsago nella caduta del ragazzo sloveno. Il casco si è spaccato in due. Per fortuna lo portava. Un miracolo lo ha salvato. Ho subito chiamato il 118. L’ambulanza lo ha trasportato d’urgenza al pronto soccorso di Conegliano dov’è stata subito eseguita una Tac. Per fortuna risultata negativa: la caduta non ha avuto conseguenze. Già oggi dovrebbero dimetterlo”. Ma i drammatici momenti vissuti giovedì non sono bastati. Perché mentre si sfiorava il dramma a Miane, sulle strade vicentine, nella zona di Lonigo, succedeva un fatto altrettanto allarmante, verificatosi sempre in allenamento. Davide Bauce, infatti, è stato fermato da alcune persone, minacciato e derubato della bici, una Pinarello, dal valore complessivo di circa cinquemila euro. Il ragazzo rimasto appiedato, superato il momentaneo shock, si è poi fatto coraggio ed ha trovato il modo di tornare a casa, tra la rabbia e la costernazione per quanto accaduto che ha davvero dell’incredibile.