Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Armati di pistole finte, messi in fuga dagli addetti alle pulizie

TENTANO DI RAPINARE MC DONALD'S: ARRESTATI

In manette un bellunese di 26 anni e la fidanzata 17enne


TREVISO - Un 26enne e la fidanzata di 17 anni, entrambi bellunesi, sono stati arrestati nella tarda serata di lunedì per una rapina tentata al fast food "Mc Donald's" di corso del Popolo a Treviso. I due giovani sono entrati in azione poco dopo le 22, quando il locale era già chiuso. Armati di pistole finte, delle semplici scacciacani, i due fidanzati si sono avvicinati ad uno degli addetti alle pulizie, un 25enne di origini egiziane che si trovava all'esterno del locale, ordinandogli di farli entrare. Il primo ad estrarre l'arma è stato il giovane ma la 17enne, ancor più determinata del fidanzato, ha spianato a sua volta una pistola contro lo straniero, per convincerlo ad assecondarli. "Lascialo entrare o ti sparo, non ti azzardare a chiamare la polizia, ti conviene": avrebbe detto la giovane. Una volta all'interno del "Mc Donald's" l'addetto alle pulizie è riuscito a chiedere aiuto ad un collega, anche lui egiziano di 25 anni: la reazione di entrambi ha costretto i rapinatori a fuggire. Gli addetti alle pulizie, lanciato l'allarme al 113, si sono messi all'inseguimento dei due fidanzati che saranno poi bloccati e arrestati nei pressi della stazione ferroviaria di Treviso. Nel frattempo i malviventi si erano liberati delle armi, gettandole in un cestino mentre nello zaino del ragazzo sono stati rinvenuti vari coltelli e telefoni cellulari. Il 26enne si trova ora in carcere a Santa Bona mentre la ragazza, non ancora maggiorenne, è agli arresti domiciliari. Fondamentale nell'operazione svolta dalla polizia è stata la collaborazione dei due ragazzi egiziani ma anche di alcuni passanti che hanno fornito indicazioni utili agli agenti delle volanti. Saranno acquisite le immagini delle telecamere di videosorveglianza del Mc Donald's: l'occhio elettronico avrebbe immortalato le fasi di questo colpo tentato dai fidanzati-banditi.

Ai nostri microfoni queste le parole del capo della squadra mobile di Treviso, Claudio Di Paola.

Il capo della squadra mobile, Claudio Di Paola, e il capo di gabinetto della Questura di Treviso, Immacolata Benvenuto