Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Armati di pistole finte, messi in fuga dagli addetti alle pulizie

TENTANO DI RAPINARE MC DONALD'S: ARRESTATI

In manette un bellunese di 26 anni e la fidanzata 17enne


TREVISO - Un 26enne e la fidanzata di 17 anni, entrambi bellunesi, sono stati arrestati nella tarda serata di lunedì per una rapina tentata al fast food "Mc Donald's" di corso del Popolo a Treviso. I due giovani sono entrati in azione poco dopo le 22, quando il locale era già chiuso. Armati di pistole finte, delle semplici scacciacani, i due fidanzati si sono avvicinati ad uno degli addetti alle pulizie, un 25enne di origini egiziane che si trovava all'esterno del locale, ordinandogli di farli entrare. Il primo ad estrarre l'arma è stato il giovane ma la 17enne, ancor più determinata del fidanzato, ha spianato a sua volta una pistola contro lo straniero, per convincerlo ad assecondarli. "Lascialo entrare o ti sparo, non ti azzardare a chiamare la polizia, ti conviene": avrebbe detto la giovane. Una volta all'interno del "Mc Donald's" l'addetto alle pulizie è riuscito a chiedere aiuto ad un collega, anche lui egiziano di 25 anni: la reazione di entrambi ha costretto i rapinatori a fuggire. Gli addetti alle pulizie, lanciato l'allarme al 113, si sono messi all'inseguimento dei due fidanzati che saranno poi bloccati e arrestati nei pressi della stazione ferroviaria di Treviso. Nel frattempo i malviventi si erano liberati delle armi, gettandole in un cestino mentre nello zaino del ragazzo sono stati rinvenuti vari coltelli e telefoni cellulari. Il 26enne si trova ora in carcere a Santa Bona mentre la ragazza, non ancora maggiorenne, è agli arresti domiciliari. Fondamentale nell'operazione svolta dalla polizia è stata la collaborazione dei due ragazzi egiziani ma anche di alcuni passanti che hanno fornito indicazioni utili agli agenti delle volanti. Saranno acquisite le immagini delle telecamere di videosorveglianza del Mc Donald's: l'occhio elettronico avrebbe immortalato le fasi di questo colpo tentato dai fidanzati-banditi.

Ai nostri microfoni queste le parole del capo della squadra mobile di Treviso, Claudio Di Paola.

Il capo della squadra mobile, Claudio Di Paola, e il capo di gabinetto della Questura di Treviso, Immacolata Benvenuto