Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si ricorrerà a prepensionamenti e contratti di solidarietà

VENETO BANCA, RAGGIUNTO L'ACCORDO SUGLI ESUBERI

Nessun licenziamento tra i 730 tagli dichiarati


MONTEBELLUNA - Raggiunto l'accordo sui 730 esuberi dichiarati a Veneto Banca: non ci sarà nessun licenziamento. I rappresentati del gruppo montebellunese e quelli dei sindacati, dopo una trattativa no stop durata fino alla notte inoltrata di venerdì hanno raggiunto l'accordo che chiude la procedura sui tagli al personale. A metà dell'anno scorso, la banca aveva annunciato la necessità di ridurre l'occupazione di 430 unità, a cui lo scorso anno si erano aggiunti altri 300 addetti (su oltre 5mila totali), nell'ambito del nuovo piano industriale al 2020. Di questi, circa 300 andranno in pensione o in prepensionamento volontario nei prossimi quattro, a seconda di quando matureranno i requisiti; altri 200 verranno riconvertiti all'interno del gruppo, nell'ambito della riorganizzazione delle filiali, delle direzioni territoriale e delle funzioni centrali. L'intesa poi prevede il ricorso a 103mila giornate di solidarietà, con una media di 22 giorni per lavoratore dal 2016 al 2018 (il costo economico reale è dai 200 ai 400 euro a testa). Verrà anche favorito l'accesso al part time e all'aspettativa. Sul fronte opposto, l'accordo garantisce la stabilizzazione di un centinaio di contratti a termine e di una cinquantina di apprendisti, oltre al prolungamento fino alla fine del prossimo anno della contrattazione integrativa aziendale.