Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il fotografo vicentino Devis Vezzaro ha fondato un'associazione

ANCHE NELLA MARCA ╚ BOOM DEI PATITI DI LUOGHI ABBANDONATI

Tour in fabbriche dismesse, ex manicomi e vecchi hotel


TREVISO - Vecchie fabbriche, basi militari dismesse, ospedali ed ex manicomi, chiese ed edifici storici, persino vagoni ferroviari fermi sui binari da decenni. E' boom anche nella Marca degli appassionati dei siti abbandonati. C'è anche un'associazione in piena regola che organizza tour per curiosi e cultori della
fotografia in questi luoghi. Tutto è nato da un'idea di Devis Vezzaro, fotografo professionista vicentino, di Dueville: qualche anno fa, trovandosi per lavoro in quella zona, ha deciso di visitare Consonno, un paesino fantasma in provincia di Lecco. Poi ha caricato la foto su Facebook e ci ha preso gusto, aggiungendo le immagini di altre sue "scoperte": in meno di un anno, la pagina ha totalizzato oltre 200mila visualizzazioni e quasi 70mila "mi piace". Non solo, le richieste di persone che volevano andare a vedere di persona i luoghi immortalati aumentavano sempre più. Così Vezzaro ha pensato di dar vita all'associazione.
Tra le visite già realizzate (con tanto di prenotazioni e pulmann), quelle, di gran successo, all'ex stabilimento Lanerossi di Vicenza o al Bugatti - De Tomaso a Modena. Domenica prossima il gruppo puntarà sul Greenland, parco divertimenti in disuso a Limbriate, i Brianza: già duecento gli iscritti, tutto
esaurito, tanto che si è dovuto programmare una seconda data. E tra le mete future anche l'Ospedale a mare, del Lido di Venezia, dismesso da alcuni anni.
Nella Marca i patiti dei luoghi abbandonati hanno già effettuato un tour tra i capannoni dell'ex latteria Trevenlat, enorme complesso di fronte all'ippodromo di Sant'Artemio, alle porte della città.
Tra i partecipanti, spiega Vezzaro, "ci sono appassionati di archeologia industriale, ma anche molti che semplicemente vogliono visitare posti in cui hanno lavorato da giovani o che sono stati frequentati dai loro genitori e nonni. Viene anche qualche cacciatore di fantasmi, ma noi ci dissociamo: il nostro obiettivo è riportare l'attenzione su questi luoghi, per favorire un recupero". I visitatori dell'abbandono (sono esclusi minorenni e tutti sono assicurati), peraltro, si avventurano solo in luoghi "aperti", non forzano cancelli o serrature, non portano via nulla e se si imbattano in situazioni sospette lo segnalano alle forze dell'ordine.

Vezzaro ha già inserito nel suo database fotografico diversi siti in abbandono trevigiani: complessi industriali in disuso, come il Maglificio Nigi a Mogliano Veneto, l'ex azienda di catene da neve Weissenfals a Moriago, il Salumificio Cornuda. Oppure strutture militari residuo della guerra fredda, come la base dell'aeronautica a Cima Grappa o la base missilistica di Chiarano. Ma ci sono anche  il bar- albergo Montelliano a Volpago, l'ex discoteca Garden a Susegana,  l'ospedale psichiatrico "Pancrazio" a Mogliano (in parte ancora utilizzato). Oppure il parco giochi Veneland, sempre a Mogliano, al confine con Mestre. E poi luoghi più noti, come l'area Chiari e Forti o i Mulini Mandelli a Fiera di Treviso, definito dallo stesso fotografo il suo luogo abbandonato preferito in provincia di Treviso.