Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestati dai Carabinieri dopo il raid lungo la Pontebbana

PESTANO E RAPINANO TRANS E LUCCIOLE PER SCOMMESSA

Folle nottata di due amici operai di Nervesa della Battaglia


NERVESA DELLA BATTAGLIA - Rapinare prostitute e transessuali per scommessa. E' un passatempo da Arancia meccanica quello messo in atto da due amici di Nervesa della Battaglia nella notte tra martedì e mercoledì. E su cui ora mediteranno nel carcere di Santa Bona. I due, operai, incensurati, di 35 e 26 anni, hanno lanciato l'assurda sfida via Whatsapp e l'hanno messa in pratica poco dopo mezzanotte. Prima vittima, un viado brasiliano, intercettato lungo la Pontebbana, nei pressi di Ponte della Priula, percosso, spintonato e derubato di 50 euro che aveva con sé. Stesso trattamento riservato, poco dopo, ad un altro trans, identica anche la cifra sottratta. Entrambi hanno riportato lesioni con una prognosi di una decina di giorni. Poi i due operai si sono spostati nella zona di Spresiano, indirizzando le loro attenzioni alle lucciole. Hanno preso di mira una moldava e una romena. Le due giovani, però, hanno reagito con veemenza e i due aggressori hanno alla fine desistito. Non prima però di lasciarsi andare ad atti di violenza, come spegnere un mozzicone di sigaretta sul braccio di una delle malcapitate.
Nel frattempo, dopo l'allarme lanciato dalle prime vittime, sulle tracce della coppia si sono messi i Carabinieri: nonostante i due avessero cercato di nascondere la targa della loro auto, i militari coordinati dal comandante della compagnia di Treviso Stefano Mazzanti, li hanno individuati e bloccati. In macchina avevano ancora parte del bottino, denaro ed un telefono cellulare. E, dopo questa loro folle nottata, sono scattate le manette.