Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

In Italia sono oltre 34mila i casi di sparizioni ancora irrisolti

PERSONE SCOMPARSE: LA DIMENSIONE DEL FENOMENO

L'intervista alla presidente di Penelope Veneto, Gilda Milani


Ospite di Buongiorno Veneto Uno Gilda Milani, presidente dell'associazione Penelope Veneto, realtà nata a livello nazionale nel 2002 per fornire supporto materiale e morale alle famiglie di persone scomparse, dal 2005 suddivisa in 16 associazioni regionali.
Con Gilda Milani abbiamo parlato delle finalità dell'associazione e dei risultati che in questi anni ha raggiunto, soprattutto nel dialogo con le istituzioni. Abbiamo anche tracciato un quadro per dipingere un fenomeno complesso, poco conosciuto e in crescita: si stima che in Italia scompaiano in media 20 persone ogni giorno.
I dati dell'ultima relazione che data 31 dicembre 2015 – spiega Milani - affermano che dal primo gennaio 1974 al 31 dicembre 2015 sono in totale 166.280 le denunce di scomparsa fatte in Italia, per cittadini italiani o stranieri, e 131.718 le persone ritrovate. I casi ancora irrisolti sono tuttavia moltissimi: 34.562. Di questi 21.240 riguardano individui minorenni e 13.322 i maggiorenni (gli over 65 sono 1.339). I corpi non identificati sono 1.819. Per quanto riguarda il Veneto, le persone da rintracciare sono 1.286, mentre i corpi non identificati 53.”

Le cause delle scomparse sono le più diverse: vi sono allontanamenti dovuti a disagi o disturbi psicologici (per esempio la paura di un brutto voto per i più giovani o malattie neurologiche come l'Alzhaimer per gli anziani), da non sottovalutare la crisi economica che ha fatto aumentare disturbi e crisi depressive, casi di reato (rapimenti, omicidi). Inoltre complesso è oggi il fenomeno della scomparsa dei minori stranieri a causa dell’incremento dei flussi migratori.

Nel corso di questi anni, diverse le battaglie sostenute dall'associazione, e molte le conquiste ottenute: “Nel 2007 – spiega ai nostri microfoni Gilda Milani - viene nominato il primo Commissario Straordinario per le Persone Scomparse e istituito un apposito ufficio con il compito di gestire e monitorare il fenomeno. Per la prima volta viene pubblicata una relazione con i dati delle persone scomparse a partire dal 1974. Nel 2010 vengono inviate a tutte le Prefetture delle linee guida per la ricerca delle persone scomparse a cui seguiranno i Piani Territoriali.
L'anno successivo viene sottoscritto un protocollo d'intesa con il Commissario Straordinario per la collaborazione con l'ufficio e che autorizza Penelope ad essere presente ai tavoli tecnici, viene istituita la scheda RISC e la creazione di una banca dati specifica per le scomparse.
Nel 2012, finalmente, dopo 10 anni vede la luce la Legge 203 – stabilisce che chiunque può denunciare la scomparsa di una persona: la denuncia deve essere accolta immediatamente e le ricerche devono partire subito.
Nel 2015 viene emanato un regolamento per la Banca dati del DNA. A febbraio di quest'anno un nuovo miglioramento: la scomparsa può essere segnalata telefonicamente per l'immediata attivazione e l'inserimento nella Banca dati SDI. Rimane l'obbligo di recarsi a fare regolare denuncia entro 72 ore, pena la decadenza della segnalazione.”

Per info: www.penelopeitalia.org


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
20/04/2016 - Persone scomparse: "Chi dimentica cancella, noi non dimentichiamo"