Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Progetto selezionato da Banca Etica per una campagna di crowdfunding

"CAVIN DE CONFIN", LA STORICA AZIENDA BIO RINASCE A GESTIONE PARTECIPATA

L'intervista a uno dei fondatori della cooperativa, Enrico Pullini


Da consumatori a imprenditori solidali. E’ la storia della cooperativa agricola “Cavin de confin”, nata un anno fa da alcuni membri del G.A.S. Gasìa di Treviso con l’intenzione di proseguire e garantire il futuro di una storica azienda agricola biologica della provincia di Treviso, fondata a Breda di Piave da un ormai non più giovanissimo agricoltore e casaro.
Un’ “oasi felice” e incontaminata, certificata bio dal 1988 e composta da una fattoria con 7 vacche, un caseificio, orto e frutteto in un terreno agricolo di circa 2,5 ettari e un locale agrituristico dove organizzare cene e appuntamenti conviviali. Una realtà che non poteva andare persa. Così, una quarantina di persone hanno deciso di riunirsi in cooperativa - con l’obiettivo di estendersi a cento soci - per dare nuovo impulso, in maniera partecipata, all’azienda agricola di via Piave 28. L’11 giugno 2015 nasce la coop “Cavin de Confin”, nome che indica un viottolo di confine tra un mondo puro e genuino, preservato e da preservare, e un ambiente ormai calpestato.
Il progetto è stato selezionato dalla Banca Etica per il bando ImpattoZero. All’indirizzo https://www.produzionidalbasso.com/project/cavin-de-confin-una-cooperativa-agricola-biologica-e-solidale/ è in corso una campagna di crowdfunding, termine il 15 luglio, volta a sostenere l’acquisto di una aiolatrice. Si tratta di una macchina agricola, il cui costo è di circa 15.000 euro, che consente in unico passaggio di creare l’aiuola di terra, spargere il concime organico, stendere le tubazioni per irrigazione a goccia e stendere il telo di pacciamatura sopra l’aiuola costituita, rincalzandola.

Ascolta l’intervista a Enrico Pullini, tra i fondatori dell’azienda agricola “Cavin de Confin”.

I prossimi appuntamenti:
Sabato 25 giugno “Acqua in bocca” cena con pesce selvatico d’acqua dolce
Sabato 9 luglio Festa d’Estate
Sabato 23 luglio cena vegana con lo chef Chiara Canzian

Per info: www.cavindeconfin.it