Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/258: GUIDO MIGLIOZZI ESULTA AL KENYA OPEN

Primo successo sull'European Tour del 22enne vicentino


NAIROBI (KENYA) - Dopo aver seguito le prodezze di Francesco Molinari in Florida impegnato nel Players Championship, trasferiamoci ora in Kenya, a seguire la destrezza degli azzurri impegnati nel Magical Kenya Open del Tour europeo, sul percorso del Karen CC a Nairobi.Degli azzurri, a scendere in...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Progetto selezionato da Banca Etica per una campagna di crowdfunding

"CAVIN DE CONFIN", LA STORICA AZIENDA BIO RINASCE A GESTIONE PARTECIPATA

L'intervista a uno dei fondatori della cooperativa, Enrico Pullini


Da consumatori a imprenditori solidali. E’ la storia della cooperativa agricola “Cavin de confin”, nata un anno fa da alcuni membri del G.A.S. Gasìa di Treviso con l’intenzione di proseguire e garantire il futuro di una storica azienda agricola biologica della provincia di Treviso, fondata a Breda di Piave da un ormai non più giovanissimo agricoltore e casaro.
Un’ “oasi felice” e incontaminata, certificata bio dal 1988 e composta da una fattoria con 7 vacche, un caseificio, orto e frutteto in un terreno agricolo di circa 2,5 ettari e un locale agrituristico dove organizzare cene e appuntamenti conviviali. Una realtà che non poteva andare persa. Così, una quarantina di persone hanno deciso di riunirsi in cooperativa - con l’obiettivo di estendersi a cento soci - per dare nuovo impulso, in maniera partecipata, all’azienda agricola di via Piave 28. L’11 giugno 2015 nasce la coop “Cavin de Confin”, nome che indica un viottolo di confine tra un mondo puro e genuino, preservato e da preservare, e un ambiente ormai calpestato.
Il progetto è stato selezionato dalla Banca Etica per il bando ImpattoZero. All’indirizzo https://www.produzionidalbasso.com/project/cavin-de-confin-una-cooperativa-agricola-biologica-e-solidale/ è in corso una campagna di crowdfunding, termine il 15 luglio, volta a sostenere l’acquisto di una aiolatrice. Si tratta di una macchina agricola, il cui costo è di circa 15.000 euro, che consente in unico passaggio di creare l’aiuola di terra, spargere il concime organico, stendere le tubazioni per irrigazione a goccia e stendere il telo di pacciamatura sopra l’aiuola costituita, rincalzandola.

Ascolta l’intervista a Enrico Pullini, tra i fondatori dell’azienda agricola “Cavin de Confin”.

I prossimi appuntamenti:
Sabato 25 giugno “Acqua in bocca” cena con pesce selvatico d’acqua dolce
Sabato 9 luglio Festa d’Estate
Sabato 23 luglio cena vegana con lo chef Chiara Canzian

Per info: www.cavindeconfin.it