Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si è presentato uno dei nuovi americani della De' Longhi

ECCO DECOSEY: "SONO QUI PER MIGLIORARE E VINCERE"

E' alla sua prima esperienza fuori dal college


TREVISO - Arrivato ieri dagli USA e sostenute le visite mediche in serata, oggi primo giorno di lavoro con la sua nuova squadra per Quenton Decosey, 23 anni compiuti l'8 agosto, proveniente dall'esperienza universitaria con Temple Uniersity che ha scelto Treviso per il grande salto tra i "pro".  Ecco le prime parole biancocelesti dell'ala-guardia di 196 cm. che sarà una delle grandi novità della stagione trevigiana, prima di sostenere nella palestra di Sant'Antonino il suo primo allenamento con la palla assieme ai nuovi compagni, dopo la seduta atletica del mattino a Quinto: "Sono arrivato ieri e la città mi piace, ho visto qualcosa e sono contento di essere qui. Ho scelto Treviso tra varie possibilità perchè ho avuto ottime referenze del club e della passione che c'e' qui per il basket. L'anno scorso la squadra ha fatto la semifinale, il livello è alto e spero che quest'anno potremo migliorare." Quenton sei al tuo primo contratto "pro", conosci un po' le differenze tra il basket college e il basket europeo? "Beh ovviamente ci sono alcune cose differenti, gli avversari saranno esperti e l'ambiente molto diverso, ma allafine il canestro e il pallone sono gli stessi, quindi non penso ci saranno problemi. Due anni fa con Temple ho fatto una tournée in Europa, adesso faro' sul serio con la mia nuova maglia e non vedo l'ora di iniziare." Da Temple sono uscite star del basket europeo che abbiamo visto in Italia come David Hawkins, Lynn Greer e altri, vuoi seguire la loro strada? "Ah si? Bene! Allora voglio essere la prossima!" . Vediamo che ti piacciono i tatuaggi.. "Si, ne ho un po' , ma adesso basta così. Ciao a tutti i miei nuovi tifosi, non vedo l'ora di incontrarli al Palaverde."