Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sopresi dai Carabinieri in Riviera S. Margherita e in centro

SPACCIAVANO HASHISH, TRE PROFUGHI DENUNCIATI

Originari del Gambia, sono ospitati alla caserma Serena


TREVISO - Spacciavano droga a coetanei. Tre giovani africani sono stati fermati e identificati dai Carabinieri della Compagnia di Treviso. Si tratta di C.K. 20enne, D.S. 21enne e G.O. 23enne, tutti originari del Gambia e domiciliati presso la ex caserma “Serena” in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato.
E’ il risultato di una serie di servizi straordinari svolti dal Nucleo Radiomobile nelle scorse settimane in Riviera S.Margherita e nelle vie adiacenti del capoluogo trevigiano, con lo scopo di monitorare le aree di maggiore aggregazione giovanile in questo periodo estivo.
Gli stranieri, tutti incensurati, sono stati sorpresi dai militari dell'Arma mentre cedevano piccole quantità di “hashish”, dell’ordine di qualche grammo, a giovani coetanei locali che la acquistavano per uso personale. In alcune occasioni, le dosi erano state nascoste negli indumenti intimi per eludere la vigilanza ed il controllo dei carabinieri.
Ora, nei confronti dei tre profughi è scattato il deferimento in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre nei confronti degli acquirenti si è provveduto alla segnalazione alla Prefettura di Treviso in qualità di assuntori di sostanze stupefacenti.