Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sopresi dai Carabinieri in Riviera S. Margherita e in centro

SPACCIAVANO HASHISH, TRE PROFUGHI DENUNCIATI

Originari del Gambia, sono ospitati alla caserma Serena


TREVISO - Spacciavano droga a coetanei. Tre giovani africani sono stati fermati e identificati dai Carabinieri della Compagnia di Treviso. Si tratta di C.K. 20enne, D.S. 21enne e G.O. 23enne, tutti originari del Gambia e domiciliati presso la ex caserma “Serena” in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato.
E’ il risultato di una serie di servizi straordinari svolti dal Nucleo Radiomobile nelle scorse settimane in Riviera S.Margherita e nelle vie adiacenti del capoluogo trevigiano, con lo scopo di monitorare le aree di maggiore aggregazione giovanile in questo periodo estivo.
Gli stranieri, tutti incensurati, sono stati sorpresi dai militari dell'Arma mentre cedevano piccole quantità di “hashish”, dell’ordine di qualche grammo, a giovani coetanei locali che la acquistavano per uso personale. In alcune occasioni, le dosi erano state nascoste negli indumenti intimi per eludere la vigilanza ed il controllo dei carabinieri.
Ora, nei confronti dei tre profughi è scattato il deferimento in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre nei confronti degli acquirenti si è provveduto alla segnalazione alla Prefettura di Treviso in qualità di assuntori di sostanze stupefacenti.