Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Selva di Cadore, trasportato con l'elicottero all'ospedale di Cortina

ALPINISTA FERITO IN PARETE DA UNA SCARICA DI SASSI

59enne di Castelfranco colpito al polso sulla Gusela del Giau


SELVA DI CADORE - Mentre stava scalando è stato colpito al polso da una scarica di sassi. Domenica mattina, intorno alle 13, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore e i tecnici del soccorso alpino sono intervenuti sulla Gusela del Giau, in comune di Selva di Cadore: lì un alpinista, che stava salendo la variante Bonetti alla Via Paola, si era infortunato ed non era più in grado di proseguire. B.P., 59 anni, di Castelfranco Veneto , è stato imbarcato con un verricello sull'eliambulanza e accompagnato all'ospedale di Cortina per una sospetta frattura.
Nella stessa mattina alle 10.30, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore era stato chiamato sulle Tre Cime di Lavaredo, nel comune di Auronzo di Cadore, dove una cordata di alpinisti cechi si trovava in difficoltà. I tre, due uomini e una donna, T.I., 33 anni, S.R., 34 anni, e P.T., 31 anni, avevano scalato il giorno prima lo Spigolo Dibona alla Cima Grande. In mattinata, nella fase del rientro, hanno però sbagliato e si sono trovati bloccati su una cengia verso la Cima Piccola. I tre rocciatori, che erano illesi, sono stati recuperati dal tecnico di elisoccorso utilizzando un verricello di una quindicina di metri e trasportati al Rifugio Lavaredo.
Alle 14.10 infine l'eliambulanza è stata dirottata dalla Centrale del Suem 118 nel comune di Longarone, precisamente lungo il sentiero 393 che dall'abitato di Casso conduce al Monte Salta e ai Libri di San Daniele. All'origine dell'infortunio di un'escursionista, anche in questo caso, un sasso caduto dall'alto che l'ha colpita sulla schiena. I.C., 44 anni, di Vicenza, che si trovava con altre due persone, è stata recuperata con un verricello di 10 metri e trasportata all'ospedale di Belluno.