Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In provincia attivi 36 centri sollievo per 180 malati

LA MARCA CELEBRA LA PRIMA GIORNATA DELL'ALZHEIMER

In programma il 21 settembre in occasione del'iniziativa mondiale


TREVISO - Un lento, ma inarrestabile smarrirsi nell'oblio: l'Alzeheimer è una malattia particolarmente debilitante, ma purtroppo sempre più diffusa anche nella Marca. Mercoledì 21 settembre, dalle 14.30, all'auditorium della Biblioteca di Montebelluna, si svolgerà la prima giornata provinciale dell’Alzheimer, in occasione della XXIII giornata mondiale dedicata a questa patologia.
Il focus sarà puntato sui centri sollievo, come sono nati e quali obiettivi perseguano, il ruolo dei volontari e le ricadute sulla comunità. In provincia di Treviso sono presenti 36 Centri Sollievo (20 nella Ulss 8, 12 nella Ulss 9 e 4 nella Ulss 7) dove sono impegnati oltre 250 volontari e accolti e seguiti circa 180 utenti.
Nati a Riese Pio X si sono ben presto diffusi in tutto il territorio dell’Ulss 8, ed in seguito a tutta la provincia di Treviso, grazie ad uno specifico progetto presentato dall’Associazione Alzheimer di Riese Pio X, IRIS Castelfranco, Anteas e coordinato da Volontarinsieme – CSV Treviso. I risultati delle attività hanno spinto la Regione Veneto ad approvare un protocollo e finanziare i Centri Sollievo in tutto il territorio regionale. Per la nostra provincia il contributo si aggira attorno ai 45 mila Euro annui per territorio ULSS.
“Ci sembra significativo che la Regione Veneto, su spinta del volontariato trevigiano, abbia riconosciuto l’importanza e la valenza dei centri sollievo e del servizio reso agli utenti e famigliari – afferma Alberto Franceschini Presidente Volontarinsieme – CSV Treviso – La nostra è una provincia leader a livello regionale sul tema Alzheimer, e ritengo importante aver organizzato una giornata in cui i volontari, i famigliari, i dirigenti sanitari e la politica si confrontano su un fenomeno così delicato. Il tema centrale è dare continuità a questi centri, fare in modo che il servizio che offrono, di grande sollievo per le famiglie e di risparmio economico anche per i servizi sociali di un Comune o di una Ulss, sia garantito nel futuro, supportato e valorizzato. Un altro obiettivo che abbiamo è estendere questo servizio, l’attività dei centri sollievo, anche ad altre demenze, non specificatamente Alzheimer. Ci sono altre patologie, molto invalidanti, che meriterebbero di essere inserite in questo progetto"