Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La banda aveva terrorizzato il Nordest con fughe roccambolesche

ESTRADATO IN ITALIA L'AUTISTA DELL'AUDI GIALLA

Vasil Rama, 36enne albanese, era stato arrestato in Grecia


TREVISO - E' stato estradato in Italia Vasil Rama: il 36enne albanese era l'autista della famigerta “banda dell’Audi Gialla” ed era stato arrestato in Grecia a settembre.
In particolare, Rama risulta essere il presunto conducente del bolide, un'Audio RS&, appunto di colore giallo, a bordo della quale una banda di malviventi terrorizzava il Nord-est italiano nel gennaio scorso: violente rapine seguite da rocambolesche e pericolosissime fughe attraverso le più disparate arterie stradali ed autostradali oltrepassando i 250 km orari con la potente auto, con targa svizzera, forzando posti di blocco, ingaggiando conflitti a fuoco e sfuggendo sempre alla cattura anche percorrendo tratti autostradali contromano mettendo a repentaglio la vita degli altri utenti della strada.
Documenti falsi, vari alias, ed una elevata capacità di sfuggire ai controlli varcando i confini di vari paesi, non hanno impedito agli uomini del Comando Provinciale Carabinieri di Venezia, in stretta collaborazione con il personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, di braccare il fuggitivo ed arrestarlo.
Lo scambio informativo tra il servizio internazionale della Polizia e gli omologhi dei vari paesi dell’area balcanica ha permesso la localizzazione e la successiva cattura in territorio ellenico. Espletate le procedure estradizionali di consegna verso l’Italia e scortato da personale dell'Interpol, il malvivente è giunto all’aeroporto di Milano Malpensa nel pomeriggio.