Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/244: AUSTRALIA E SUD AFRICA OPEN, DEBACLE AZZURRA

Italiani sottotono negli ultimi due tornei prima delle festività


TREVISO - Due tornei di rilievo dell’European Tour, prima di una breve pausa.  Ad Albany, New Providence, organizzato in combinata tra European Tour e PGA of Australia, si è giocato l’Isps Anda. sul percorso del Royal Pines (par 72) a Benowa, nel Queensland. Montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Consorzio: "Crescita rapportata alla domanda"

PROSECCO, L'INGHILTERRA NE BEVE PIU' DELL'ITALIA

Nel 2016, 415 milioni di bottiglie, il 79% all'estero


TREVISO - Il vero boom del Prosecco è in Gran Bretagna: negli ultimi dodici mesi i consumatori inglesi hanno acquistato più bottiglie di spumante Doc (la principale tipologia) degli stessi italiani, rendendo così il Regno Unito il primo mercato assoluto per l'"oro della Marca". Oltre Manica è destinato il 43% di tutte le esportazioni di Prosecco: l'export, a sua volta, rappresenta il 79% della produzione complessiva, a fronte del 21% del mercato domestico.
Il Consorzio di tutela della Doc stima in 415 milioni di bottiglie la produzione complessiva dell'anno in corso, con una previsione di 460 per il 2017. Per quanto riguarda le esportazioni, la Gran Bretagna ha evidenziato un incremento della domanda del 38,6% rispetto all'anno scorso con un contestuale aumento di prezzo dell'11,3% a bottiglia. In crescita del 31,7% anche l'export verso gli Usa e del 70,3% quello con destinazione Francia, dove il prezzo medio è aumentato del 13%. Nelle nove province tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, il sistema Prosecco Doc, coinvolge 13.150 imprese, con una superficie media al di sotto dei due ettari ciascuna, e dà lavoro ad oltre 8.500 addetti a tempo pieno, senza contare part-time e stagionali.
Stefano Zanette, presidente del Consorzio, respinge le accuse di una crescita eccessiva: "E' sostenuta dalla richiesta del mercato - spiega -. E con una domanda così forte, contingentare la produzione vorrebbe dire rischiare di generare tensioni di mercato, con un innalzamento del prezzo della materia prima e, di conseguenza, del prezzo della bottiglia sullo scaffale".