Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Consorzio: "Crescita rapportata alla domanda"

PROSECCO, L'INGHILTERRA NE BEVE PIU' DELL'ITALIA

Nel 2016, 415 milioni di bottiglie, il 79% all'estero


TREVISO - Il vero boom del Prosecco è in Gran Bretagna: negli ultimi dodici mesi i consumatori inglesi hanno acquistato più bottiglie di spumante Doc (la principale tipologia) degli stessi italiani, rendendo così il Regno Unito il primo mercato assoluto per l'"oro della Marca". Oltre Manica è destinato il 43% di tutte le esportazioni di Prosecco: l'export, a sua volta, rappresenta il 79% della produzione complessiva, a fronte del 21% del mercato domestico.
Il Consorzio di tutela della Doc stima in 415 milioni di bottiglie la produzione complessiva dell'anno in corso, con una previsione di 460 per il 2017. Per quanto riguarda le esportazioni, la Gran Bretagna ha evidenziato un incremento della domanda del 38,6% rispetto all'anno scorso con un contestuale aumento di prezzo dell'11,3% a bottiglia. In crescita del 31,7% anche l'export verso gli Usa e del 70,3% quello con destinazione Francia, dove il prezzo medio è aumentato del 13%. Nelle nove province tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, il sistema Prosecco Doc, coinvolge 13.150 imprese, con una superficie media al di sotto dei due ettari ciascuna, e dà lavoro ad oltre 8.500 addetti a tempo pieno, senza contare part-time e stagionali.
Stefano Zanette, presidente del Consorzio, respinge le accuse di una crescita eccessiva: "E' sostenuta dalla richiesta del mercato - spiega -. E con una domanda così forte, contingentare la produzione vorrebbe dire rischiare di generare tensioni di mercato, con un innalzamento del prezzo della materia prima e, di conseguenza, del prezzo della bottiglia sullo scaffale".