Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si sono fatti consegnare 2mila euro, ne volevano altri 4mila

"DACCI I SOLDI O TI AMMAZZIAMO": ARRESTATI DUE GIOSTRAI

Minacce con una pistola ad un'operaio trevigiano


TREVISO - Hanno minacciato, anche con un arma, un operaio trevigiano, facendosi consegnare, in totale, duemila euro.
Due uomini, un 22enne e un 31enne, entrambi residenti a Treviso e appartenenti a note famiglie di giostrai, sono stati arrestati con l'accusa di estorsione aggravata in concorso.
I primi due episodi, secondo quanto ricostruito nelle indagini condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Treviso, risalgono allo scorso agosto: i due, con violenze verbali e fisiche, hanno costretto la loro vittima, conosciuta in precedenza, a dar loro mille euro in contanti.
I malviventi sono poi tornati alla carica a settembre: con ulteriori intimidazioni, esigevano il pagamento di altri 5mila euro. Stavolta, però, l'uomo ha rifiutato. Le richieste di ingenti somme di denaro, tuttavia, sono continuate e anzi sono diventate sempre più pressanti. Ad ottobre l'operaio, dopo essere stato attirato nell’abitazione di uno dei due, sotto la minaccia di una pistola, è stato obbligato a sborsare altri 930, chiesti in prestito ad un amico e al padre, con l’accordo che avrebbe consegnato il resto dei soldi pretesi nei giorni successivi.
Temendo per la propria vita e per quella dei propri familiari, tuttavia, il malcapitato si è rivolto alla Polizia di Stato. Gli investigatori hanno fatto subito scattare le indagini nei confronti dei due giostrai che ora si trovano agli arresti domiciliari.