Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Congresso della Federazione edilizia, legno e costruzioni

POTENTE CONFERMATO COORDINATORE TERRITORIALE FILCA

9-10 marzo assemblea congressuale Pensionati Cisl


TREVISO - Marco Potente è stato confermato coordinatore territoriale della Filca Cisl Belluno Treviso.

La federazione di categoria organizza gli addetti dell'edilizia, dell'industria del legno, del cemento, dei laterizi, del marmo e della pietra conta 9344 lavoratori iscritti nelle province di Treviso e Belluno.
L'elezione di Potente è avvenuta venerdì pomeriggio al termine del Congresso che si è svolto a Belluno.

Potente, 40enne trevigiano, si è avvicinato al mondo sindacale nel 2002, entrando nella Filca Treviso e iniziando a lavorare come operatore sindacale nei cantieri edili. Nel 2007 l'ingresso nella Segreteria provinciale, dove ha ricoperto il ruolo di Segretario organizzativo anche dopo l'unificazione con Belluno. Nel giugno 2016 è stato eletto Coordinatore territoriale della Filca Belluno Treviso. Sono stati confermati in segreteria Roberto Martini e Alessandro Marcato.

“Durante il 2016 si sono concretizzati alcuni importanti segnali di ripresa - ha affermato Potente nella sua relazione aperta col ricordo di due sindacalisti della categoria mancati nel corso del 2016, Eddi Beniamino Toigo ed Ezio Agnoletti -. A fianco a qualche crisi aziendale che ancora si manifesta c’è stata una netta frenata della cassa integrazione accompagnata anche da richieste di prestazioni lavorative straordinarie”.
I settori seguiti dalla Filca però negli ultimi 8 anni hanno vissuto problemi enormi. “La crisi del settore - spiega Potente - è stata terribile ed ha segnato in modo indelebile ciascuno di noi che ha lavorato tutti i giorni per soccorrere lavoratori in difficoltà, sul punto di perdere il proprio lavoro, senza stipendi da mesi”.

Nella Marca, dal 2009 al 2016 il settore ha segnato una perdita di aziende per Treviso pari al 23% assestandosi nel 2016 a 1856 aziende (20.000 addetti, nel 2001 invece erano 29.000) ripartite tra artigianato e industria. 435 le realtà aziendali a Belluno (1400 addetti) di cui il 10% industriali e il 90% artigiane.
“Un dato significativo per i nostri territori - prosegue Potente - è quello che determina il rapporto tra le aziende che producono mobili e quelle che fanno semilavorati e lavorazioni di supporto: mentre a livello nazionale le aziende che fabbricano mobili sono circa il 33%, sia a livello veneto che trevigiano questa percentuale si attesta ben oltre il 50%: questo significa che conserviamo ancora di gran lunga un certo monopolio del marchio”.
Nella provincia di Belluno invece la lavorazione del legno segue la specificità del territorio e il settore lavora prevalentemente nell’indotto boschivo e nella sua trasformazione.

“Per quel che riguarda l’edilizia e tutta la sua filiera, quindi l’escavazione e la produzione di cemento, rileviamo una sostanziale stagnazione - conclude Potente-. Il settore dall’inizio della crisi si è dimezzato. Così come si è dimezzata la produzione di cemento e gli addetti del settore. L’andamento del settore a Belluno ha visto un’ulteriore perdita del 10% anche nel corso del 2016”.

Molti i punti toccati dalla relazione, dal “fronte contrattuale”,ancora aperto il rinnovo del contratto nazionale dell’edilizia i cui negoziati stanno per partire, a quello della sicurezza sul lavoro, tema cruciale per il settore, fino alla formazione.

Quello della Filca è stato l'ultimo dei Congressi delle categorie di lavoratori attivi della Cisl Belluno Treviso: ora toccherà alla Federazione dei Pensionati, il 9-10 marzo a Cison, per poi lasciare spazio all'assemblea congressuale confederale il 30-31 marzo.