Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/258: GUIDO MIGLIOZZI ESULTA AL KENYA OPEN

Primo successo sull'European Tour del 22enne vicentino


NAIROBI (KENYA) - Dopo aver seguito le prodezze di Francesco Molinari in Florida impegnato nel Players Championship, trasferiamoci ora in Kenya, a seguire la destrezza degli azzurri impegnati nel Magical Kenya Open del Tour europeo, sul percorso del Karen CC a Nairobi.Degli azzurri, a scendere in...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato, con il congresso, cambia guida dopo nove anni

"SAPER INNOVARE PER RIDARE DIGNITÀ AL LAVORO"

Il messaggio di Franco Lorenzon, segretario uscente della Cisl Belluno Treviso


TREVISO - Dopo nove anni, Franco Lorenzon lascia il timone della Cisl di Belluno Treviso. Candidata unica alla guida degli oltre 91mila iscritti – l'elezione si terrà venerdì pomeriggio – è Cinzia Bonan, attuale responsabile organizzativa.
Nella sua relazione al congresso il segretario generale uscente ha sottolineato il rinnovamento intrapreso in questi, con la fusione tra Treviso e Belluno (“Non è ancora finita, ma è andata bene”) e un gruppo dirigente rinnovato. Ma ha soprattutto rivendicato di lasciare un'organizzazione con capacità innovativa.
Di fronte ad un'economia e un mercato del lavoro ancora in forte trasformazione, Lorenzon ha ribadito la necessità di proseguire sulla strada del protocollo con Unindustria sulla contrattazione integrativa, impostosi a livello nazionale come “modello Treviso” e che oggi però va allargato su scala inter-aziendale, perchè possano beneficiarne anche i dipendenti delle aziende più piccole.
Così come ha spronato a rafforzare le politiche attive per chi ha perso il lavoro, a favorire le aggregazione tra comuni, a insistere negli accordi per sconti sulle tariffe dei servizi a favore dei meno abbienti: “Ogni anno facciamo risparmiare ai cittadini un milione e mezzo di euro”.
Lorenzon non ha risparmiato anche una stoccata alla politica e “al consolidarsi di una classe dirigente miope e preoccupata di marcare il territorio piuttosto che risolvere i problemi”.
Solo alla fine della relazione il numero uno uscente ha tradito la commozione, prima dell'applauso degli oltre 300 tra delegati e ospiti e l'abbraccio con Bonan, successore designato. Sull'ultimo interrogativo, cosa farà d'ora in poi?, Lorenzon mantiene ancora il riserbo: "Fino a luglio continuerò a lavorare alla Cisl, finchè non avrò maturato i requisiti per la pensione - dice -, poi mi concederò un viaggio in Birmania, poi, a settembre, ci rivediamo e valuteremo".

Galleria fotograficaGalleria fotografica