Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato, con il congresso, cambia guida dopo nove anni

"SAPER INNOVARE PER RIDARE DIGNITÀ AL LAVORO"

Il messaggio di Franco Lorenzon, segretario uscente della Cisl Belluno Treviso


TREVISO - Dopo nove anni, Franco Lorenzon lascia il timone della Cisl di Belluno Treviso. Candidata unica alla guida degli oltre 91mila iscritti – l'elezione si terrà venerdì pomeriggio – è Cinzia Bonan, attuale responsabile organizzativa.
Nella sua relazione al congresso il segretario generale uscente ha sottolineato il rinnovamento intrapreso in questi, con la fusione tra Treviso e Belluno (“Non è ancora finita, ma è andata bene”) e un gruppo dirigente rinnovato. Ma ha soprattutto rivendicato di lasciare un'organizzazione con capacità innovativa.
Di fronte ad un'economia e un mercato del lavoro ancora in forte trasformazione, Lorenzon ha ribadito la necessità di proseguire sulla strada del protocollo con Unindustria sulla contrattazione integrativa, impostosi a livello nazionale come “modello Treviso” e che oggi però va allargato su scala inter-aziendale, perchè possano beneficiarne anche i dipendenti delle aziende più piccole.
Così come ha spronato a rafforzare le politiche attive per chi ha perso il lavoro, a favorire le aggregazione tra comuni, a insistere negli accordi per sconti sulle tariffe dei servizi a favore dei meno abbienti: “Ogni anno facciamo risparmiare ai cittadini un milione e mezzo di euro”.
Lorenzon non ha risparmiato anche una stoccata alla politica e “al consolidarsi di una classe dirigente miope e preoccupata di marcare il territorio piuttosto che risolvere i problemi”.
Solo alla fine della relazione il numero uno uscente ha tradito la commozione, prima dell'applauso degli oltre 300 tra delegati e ospiti e l'abbraccio con Bonan, successore designato. Sull'ultimo interrogativo, cosa farà d'ora in poi?, Lorenzon mantiene ancora il riserbo: "Fino a luglio continuerò a lavorare alla Cisl, finchè non avrò maturato i requisiti per la pensione - dice -, poi mi concederò un viaggio in Birmania, poi, a settembre, ci rivediamo e valuteremo".

Galleria fotograficaGalleria fotografica