Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato, con il congresso, cambia guida dopo nove anni

"SAPER INNOVARE PER RIDARE DIGNITÀ AL LAVORO"

Il messaggio di Franco Lorenzon, segretario uscente della Cisl Belluno Treviso


TREVISO - Dopo nove anni, Franco Lorenzon lascia il timone della Cisl di Belluno Treviso. Candidata unica alla guida degli oltre 91mila iscritti – l'elezione si terrà venerdì pomeriggio – è Cinzia Bonan, attuale responsabile organizzativa.
Nella sua relazione al congresso il segretario generale uscente ha sottolineato il rinnovamento intrapreso in questi, con la fusione tra Treviso e Belluno (“Non è ancora finita, ma è andata bene”) e un gruppo dirigente rinnovato. Ma ha soprattutto rivendicato di lasciare un'organizzazione con capacità innovativa.
Di fronte ad un'economia e un mercato del lavoro ancora in forte trasformazione, Lorenzon ha ribadito la necessità di proseguire sulla strada del protocollo con Unindustria sulla contrattazione integrativa, impostosi a livello nazionale come “modello Treviso” e che oggi però va allargato su scala inter-aziendale, perchè possano beneficiarne anche i dipendenti delle aziende più piccole.
Così come ha spronato a rafforzare le politiche attive per chi ha perso il lavoro, a favorire le aggregazione tra comuni, a insistere negli accordi per sconti sulle tariffe dei servizi a favore dei meno abbienti: “Ogni anno facciamo risparmiare ai cittadini un milione e mezzo di euro”.
Lorenzon non ha risparmiato anche una stoccata alla politica e “al consolidarsi di una classe dirigente miope e preoccupata di marcare il territorio piuttosto che risolvere i problemi”.
Solo alla fine della relazione il numero uno uscente ha tradito la commozione, prima dell'applauso degli oltre 300 tra delegati e ospiti e l'abbraccio con Bonan, successore designato. Sull'ultimo interrogativo, cosa farà d'ora in poi?, Lorenzon mantiene ancora il riserbo: "Fino a luglio continuerò a lavorare alla Cisl, finchè non avrò maturato i requisiti per la pensione - dice -, poi mi concederò un viaggio in Birmania, poi, a settembre, ci rivediamo e valuteremo".

Galleria fotograficaGalleria fotografica