Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente dell'Israa: "Progetti per il territorio"

IL NUOVO MENEGAZZI VUOLE SUPERARE LA CASA DI RIPOSO

Inaugurazione ufficiale dopo tre anni di lavori


TREVISO - Dall'antica “casa dei cronici” ad una moderna struttura per offrire cura e servizi di assistenza ad anziani e non solo. Dopo quasi 120 anni di storia, la residenza Giuseppe Menegazzi di Treviso ha completato il suo rinnovamento. La ristrutturazione dell'edificio di San Giuseppe si è conclusa a fine agosto, dopo 1.122 giorni di lavoro, le prime demolizioni sono partite nel luglio 2014, e un investimento di 10 milioni e 815mila euro. Ora l'inaugurazione ufficiale.
Luigi Caldato, presidente dell'Israa, l'ente che gestisce gli istituti di ricovero trevigiani, pone però l'accento sull'opera del personale e dei volontari, che hanno permesso di effettuare la riqualificazione senza mai sospendere l'attività
In un parterre ricco di esponenti delle istituzioni, della politica e della società locale, per il taglio del nastro è arrivato anche il presidente della Regione, Luca Zaia.
Il Menegazzi ospita 244 persone, suddivise in undici nuclei residenziali, oltre ad una sezione per le dimissioni ospedaliere da 10 letti e un centro diurno per persone con demenza da 12 posti. Una struttura fondamentale per la comunità trevigiana, come ha ricordato il sindaco Giovanni Manildo.
Il restauro ha consentito di recuperare anche la villa Lancenigo Zucchelli, aprendo il piccolo parco e la chiesetta al pubblico. Primo nucleo della vecchia casa di ricovero, poi rimasta inserita nel complesso, diventerà un centro per l'innovazione in campo sociale e l'accesso ai programmi europei in materia, a disposizione degli enti locali. Ma l'obiettivo dell'Israa è quello di proiettarsi al di fuori delle mura delle residenze, a partire dal progetto per creare una quarantina di mini-appartamenti per anziani autosufficienti nell''ex istituto Umberto I in piazza del Grano.