Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ricerca dell'Ordine di Treviso, elaborato un indice valutare le pmi locali

CDA DELLE IMPRESE TREVIGIANE ANCORA PRECLUSI AI PROFESSIONISTI

Meno del 2% dei consiglieri sono commercialisti


TREVISO - Professionisti esterni ancora poco presenti nei consigli di amministrazione delle imprese trevigiane. Solo il 2 per cento dei consiglieri, infatti, è composto da commercialisti.
A rivelarlo è una ricerca promossa dall'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Treviso e presentata nel corso dell'annuale "Symposium" organizzato dall'associazione professionale.
Su un campione di 2.438 società (sono state considerate solo quelle con un fatturato da due milioni e mezzo di euro in su), i membri dei cda ammontano a 6.613: di questi, tuttavia, solo 112 sono commercialisti e appena 61 sono “locali”, iscritti all'Ordine trevigiano. Una percentuale inferiore a quella nazionale dove la categoria è rappresentata per circa il 3% del toitale. "Eppure - ribadiscono i vertici dell'Ordine - la presenza di un esperto eterno, 'laico', terzo rispetto ai vari rami della famiglia potrebbe agevolare, ad esempio, il sempre delicato passaggio generazionale". In linea con le medie venete e italiane, invece, i valori su età e genere: più della metà dei professionisti presenti ha oltre 50 anni, mentre le donne rappresentano ancora una sparuta minoranza.
I commercialisti trevigiani hanno messo a punto anche un loro speciale indice per valutare le “prestazioni” aziendali, al di là dei valori consueti come fatturato o utile di bilancio.  “Odcec TV Index permette di analizzare le aziende indipendentemente dalla dimensione, valorizzando la qualità manageriale e l’equilibrio nella struttura patrimoniale - spiega David Moro, presidente dell’Ordine di Treviso - Tale indicatore premia le società virtuose che hanno dimostrato perfomance complessivamente positive nell’ultimo quinquennio, quindi nel lungo periodo. Si tratta di performance legate alla complessiva gestione aziendale, quindi con ottimi risultati congiunti economici, patrimoniali e finanziari”.