Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/252: ISPS HANDA VIC OPER, IL PRINCIPALE TORNEO D'AUSTRALIA

Lo scozzese Law e la francese Boutier beffano i favoriti di casa


GEELONG (AUSTRALIA) - È questo il principale avvenimento golfistico in Australia, in cui, a partecipare sullo stesso campo, il “13th Beach Golf Club”, sono 156 uomini e altrettante donne, seppure, queste ultime con distanze di poco ridotte. Sono 6.214 metri per i maschi, e 6mila...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/251: LE STELLE DELL'EUROPEAN TOUR PER LA PRIMA VOLTA IN ARABIA

Dopo le polemiche sui diritti umani, Dustin Johnson vince il Saudi International


GEDDA - Una sfida ad altissimo livello, con quattro dei primi cinque giocatori della classifica mondiale: l’inglese Justin Rose, numero uno vincitore la scorsa settimana del Farmers Open, gli statunitensi Brooks Koepka numero due, Dustin Johnson, numero tre, e Bryson DeChambeau numero cinque,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/250: DECHAMBEAU RE DEL DESERT CLASSIC

Matteo Manassero invitato al Saudi International


DUBAI - Compiuto l’Abu Dhabi Championship la scorsa settimana, l’European Tour rimane negli Emirati Arabi Uniti. Si disputa ora il Dubai Desert Classic, sul percorso par settantadue dell’Emirates Golf Club. Alla celebrazione dei trent’anni, partecipano Edoardo Molinari,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Le parole di Maria Rosa Barazza, presidente Anci Treviso

POSTINI DIMEZZATI, LA RABBIA DEI SINDACI

Dall'1 aprile in 25 Comuni della Marca servizio a giorni alterni


Rabbia dei sindaci trevigiani contro la decisione di Poste Italiane di riorganizzare il servizio in 25 piccoli comune e prevedere dal 1 aprile la consegna della posta a giorni alterni. Maria Rosa Barazza presidente dell’associazione comuni della Marca e referente Veneto per L’Anci ha scritto alla Regione chiedendo la convocazione di un tavolo per affrontare la questione. Lo scontro tra Poste Italiane ed i sindaci della Marca era iniziato nel 2015 all’indomani della decisione da parte dell’azienda di chiudere 13 uffici postali ma il ricorso della amministrazioni e la sentenza del Tar avevano poi dato ragione ai sindaci.