Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lunedì un nuovo incidente letale in un'azienda della Marca

"LA SICUREZZA SUL LAVORO DIVENTI L'OSSESSIONE DI TUTTI"

L'appello di Maria Cristina Piovesana, presidente vicario di Assindustria


TREVISO - L’emergenza morti sul lavoro non accenna a calare nella Marca. Anzi, con Shpejtim Gashi, l’operaio 44enne rimasto schiacciato lunedì scorso dal braccio meccanico che stava manovrando nell’azienda mobiliera 3B di Salgareda, salgono a 13 le vittime in provincia nel corso dell’anno.
Maria Cristina Piovesana, presidente vicario di Assindustria Venetocentro, l’associazione degli imprenditori di Treviso e Padova, ribadisce la necessità di proseguire gli sforzi nell’ambito della prevenzione da parte di tutti i soggetti coinvolti: “Dobbiamo partire da un punto fermo. Migliorare continuamente sia la cultura che gli investimenti sulla sicurezza, deve rimanere l’obiettivo prioritario e, vorrei dire, l’ossessione di tutti: istituzioni, sindacato, lavoratori e imprese. Fintantoché ci saranno infortuni e morti sul lavoro non potremmo dire di avere terminato il nostro impegno”.
E di cultura della sicurezza da diffondere maggiormente parla anche Giacomo Vendrame, segretario provinciale della Cgil.
Mercoledì prossimo, intanto, i sindacati hanno indetto un’assemblea nell’azienda teatro dell’ultimo dramma, con la presenza di esperti nel campo della sicurezza, aperta a tutti gli 800 dipendenti.