Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lunedì un nuovo incidente letale in un'azienda della Marca

"LA SICUREZZA SUL LAVORO DIVENTI L'OSSESSIONE DI TUTTI"

L'appello di Maria Cristina Piovesana, presidente vicario di Assindustria


TREVISO - L’emergenza morti sul lavoro non accenna a calare nella Marca. Anzi, con Shpejtim Gashi, l’operaio 44enne rimasto schiacciato lunedì scorso dal braccio meccanico che stava manovrando nell’azienda mobiliera 3B di Salgareda, salgono a 13 le vittime in provincia nel corso dell’anno.
Maria Cristina Piovesana, presidente vicario di Assindustria Venetocentro, l’associazione degli imprenditori di Treviso e Padova, ribadisce la necessità di proseguire gli sforzi nell’ambito della prevenzione da parte di tutti i soggetti coinvolti: “Dobbiamo partire da un punto fermo. Migliorare continuamente sia la cultura che gli investimenti sulla sicurezza, deve rimanere l’obiettivo prioritario e, vorrei dire, l’ossessione di tutti: istituzioni, sindacato, lavoratori e imprese. Fintantoché ci saranno infortuni e morti sul lavoro non potremmo dire di avere terminato il nostro impegno”.
E di cultura della sicurezza da diffondere maggiormente parla anche Giacomo Vendrame, segretario provinciale della Cgil.
Mercoledì prossimo, intanto, i sindacati hanno indetto un’assemblea nell’azienda teatro dell’ultimo dramma, con la presenza di esperti nel campo della sicurezza, aperta a tutti gli 800 dipendenti.