Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Folla in duomo per l'ultimo saluto. Tanti imprenditori e campioni dello sport

ADDIO A GILBERTO, LA BARA PORTATA DAI SUOI CAMPIONI

Tra i presenti Marco Tronchetti Provera, Ennio Doris ed il patron del Real Madrid Florentino Peres


TREVISO. La città si è fermata per l'ultimo saluto a Gilberto Benetton. Fabbriche chiuse, quartier generale di edizione a lutto, musica spenta nei negozi Sisley e Benetton. Un'ora prima dell'inizio del funerale il Duomo di Treviso era già pieno. I primi ad arrivare sono stati i sindaci della Marca: Mario Conte in testa, con lui il primo cittadini di Villorba Marco Serena. Tra i politici anche il governatore del Veneto Luca Zaia, l'assessore regionale al Tursimo Federico Caner e l'avvocato bellunese Maurizio Paniz, ex parlamemtare di Forza Italia. C'era anche il gotha dell'imprenditoria del Veneto. Matteo e Gianfranco Zoppas, Giuseppe De Longhi, il presidente di Assindustria Padova e Treviso Finco e Maria Cristina Piovesana, la numero uno degli industriali di Treviso.  Ma c'erano anche gli amici Marco Tronchetti Provera ed Ennio Doris. Tra i presenti tutti i suoi manager e principali collaboratori.  E poi il mondo dello sport: sul sagrato ad attendere l'arrivo del feretro i campioni di basket e volley, le squadre che il Signor Gilberto aveva fatto diventare grandi in Italia ed in Europa facendo incetta di coppe e tricolori.  A rendere l'ultimo omaggio a Gilberto Benetton è arrivato d Madrid anche Florentino Peres patron del Real.

Il feretro, scortato dalla polizia locale è arrivato pochi minuti prima delle 11. Stretti attrono alla moglie Lalla ed alle due figlie tutti gli altri famigliari: in testa la sorella Giuliana ed il Nipote Alessandro. Luciano Benetton ha aspetato l'ingresso della bara dentro al Duomo.

Un applauso si è levato dalla piazza all'ingresso della bara in Duomo: una bara semplice, legno charo sopra rosse bianche portata a spalla dai sui campioni: Lorenzo Bernardi, Riccardo Pittis, Samuele papi. Massimo Jacopini , Paolo Vazzoler e Marco Mordente.

A celebrare il rito funebre don Adelino Bortoluzzi, parroco di Santa Maria del Rovere, amico della famiglia. Il sacerdote nell'omelia ha ricordato la figura di Gilberto Benetton. Un uomo semplice , concreto che ha dato tanto alla sua terra e che ha portato il nome di Treviso nel mondo. Si è rivolto in modo particolare ai nipoti di Gilberto Benetton invitandoli a seguire l'esempio del nonno. Commozione dopo le parole del nipotino Edoardo: "Ciao nonno, aiutami a crescere e a diventare come te"

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica