Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIŁ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"La manovra? Non contano i numerini, ma le risorse per l'economia"

DALLA MARCA, DI MAIO RILANCIA L'AUTONOMIA PER IL VENETO

Il vicepremier in visita alla sede di Contarina a Lovadina


SPRESIANO - “I Veneti hanno diritto all’autonomia e l’avranno in tempi certi”. Luigi Di Maio fuga i dubbi su resistenze da parte sua o del Movimento 5 Stelle sul processo per trasferire maggiori competenze dallo Stato centrale al Veneto, come indicato dai cittadini della regione nel referendum del 22 ottobre 2017. Il vicepremier lo ribadisce dalla Marca trevigiana, una delle roccaforti dell’alleato di governo leghista, dove ha visitato gli impianti di Contarina, per il trattamento e il riciclo dei rifiuti, a Spresiano.
Il leader pentastellato ha assicurato che il governo sta lavorando per accelerare il percorso verso l’autonomia e che la questione verrà ulteriormente affrontata in consiglio dei ministro, già nelle prossime sedute di dicembre.
 Il capo politico dei Cinquestelle era già stato l’anno scorso nell’azienda che cura il ciclo degli scarti in 50 comuni trevigiani. E’ voluto ritornare, da vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, per approfondire attività e soluzioni adottate.
Nella comprensorio servito da Contarina la differenziata supera l’85% (e l’obiettivo è il 96% entro cinque anni). Di Maio ha ricordato come anche in certe province del sud si raggiunga il 60%, ma il divario resta ampio. Come fare dunque per diffondere il sistema?
Accompagnato dai dirigenti della società, dal sindaco di Spresiano Marco Della Pietra e da altri esponenti delle istituzioni, il vicepremier ha osservato le varie fasi e tipologie di lavorazione, prima di una breve riunione riservata.
Contarina, che occupa quasi 700 dipendenti e fattura 83 milioni di euro, tratta in media 155mila tonnellate di rifiuti all’anno: di questi solo un 10%, 11-12mila tonnellate, viene conferito agli inceneritori e un altro 5% finisce in discarica. Anche i vertici del gruppo trevigiano, hanno posto al numero due del governo le necessità per consentire un ulteriore sviluppo. Il presidente Franco Zanata.
In particolare l’impianto per il riciclo dei pannolini, realizzato dalla Fater, l'unico al mondo esistente, oggi lavora ad una quota minima del potenziale, perché mancano le autorizzazioni di legge per poter vendere sul libero mercato la cellulosa e gli altri materiali recuperati. Di Maio ha promesso che già nel consiglio dei ministri di mercoledì prossimo porterà l’apposita norma per farla inserire nel decreto.