Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Conte: "Prima progetto e budget, poi sceglieremo il curatore"

GRANDI MOSTRE, IL COMUNE VUOLE UNA PERCENTUALE SUGLI INCASSI

Santa Caterina e i musei solo in affitto


TREVISO - Stop alle mostre chiavi in mano. L’amministrazione comunale di Treviso vuole avere un ruolo molto più attivo nella progettazione delle prossime esposizioni e porrà al curatore condizioni precise, a partire dagli aspetti economici.
Di certo verrà domandato un affitto per l’utilizzo dei musei e degli altri spazi espositivi pubblici, anziché un corrispettivo in servizi come avvenuto con le ultime rassegne firmate da Marco Goldin, sugli Impressionisti e su Rodin, peraltro, proprio per questo motivo, finite nel mirino della Corte dei Conti.
Non solo: il sindaco Mario Conte sottolinea come una quota degli introiti derivanti dai biglietti d'ingresso debba restare al Comune: "Per essere poi reinvestita nel programma culturale che stiamo mettendo a punto", precisa.
Gli aspetti artistici verranno ovviamente lasciati ai professionisti del settore, ma Ca’ Sugana detterà le linee guida, ribadisce il primo cittadino.
Se Marco Goldin sembra pronto a lasciare la città natia per traslocare a Padova, nella Marca potrebbe arrivare Vittorio Sgarbi con un programma di mostre sull’arte veneta. O anche un altro nome noto della critica d’arte come Philippe Daverio. Conte conferma i numerosi contatti, ma ribadisce prima definiremo il progetto complessivo e il budget a disposizione.