Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La tragedia a Budoia (Pn) in un'azienda di un imprenditore trevigiano

SCHIACCIATO DA UNA LASTRA, MUORE A 25 ANNI

Il ragazzo stava eseguendo la puntellatura, sequestrati capannone e macchinario


BUDOIA (PORDENONE). Tragedia sul lavoro questa mattina a Budoia, in provincia di Pordenone. Un operaio di 25 anni Jurica Pinta nato in Croazia e residente in Friuli Venezia Giulia è morto dopo essere rimasto schiacciato da una lastra in acciaio. Il giovane stava lavorando all'interno di una ditta di carpenteria metallica. Il titolare è un imprenditore trevigiano di Codognè. L'operaio, dipendente di una ditta esterna di Udine è morto sotto gli occhi dei colleghi, con ogni probabilità la lastra è scivolata mentre stava eseguendo la puntellature. Il capannone ed il macchinari sono stati posti sotto sequestro Sul posto i carabinieri di Polcenigo, il suem e i tecnici dello Spisal che ora dovranno accertare la dinamica e le eventuali responsabilità di quanto accaduto.