Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/304: IN MESSICO SI INAUGURA IL WGC 2020

All'ultimo giro Parick Reed mette in riga DeChambeau e McIlroy


NAUPALCAN (MEX) - È da questa partita, che prende il via la serie delle quattro gare World Golf Championships (WGC), il mini circuito che per importanza viene subito dopo i Major. Nato nel 1999, il WGC ha piantato bandiera in varie nazioni, trovando alfine sede a Dorai in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/303: ADAM SCOTT RE DEL GENESIS INVITATIONAL

Chicco Molinari ancora non si ritrova: fuori al taglio


CALIFORNIA - Parterre delle grandi occasioni per questo Genesis Invitational, il 94°, che ha sempre destato un forte interesse, Quest’anno è ancor più appassionante, per il montepremi più alto, 9.300.000 dollari, quasi 2.000.000 in più rispetto al precedente....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/302: FRATELLO E SORELLA IN GARA NELLO STESSO TORNEO

All'Isps Handa Open in Australia in contemporanea field maschile e femminile


AUSTRALIA - Siamo al terzo torneo stagionale del Ladies PGA Tour: l'Isps Handa Vic Open realizzato in collaborazione con Australian Ladies Professional Golf, in programma sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, e Creek Course), in Australia. a Geelong nello Stato del Victoria. In...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La tragedia a Budoia (Pn) in un'azienda di un imprenditore trevigiano

SCHIACCIATO DA UNA LASTRA, MUORE A 25 ANNI

Il ragazzo stava eseguendo la puntellatura, sequestrati capannone e macchinario


BUDOIA (PORDENONE). Tragedia sul lavoro questa mattina a Budoia, in provincia di Pordenone. Un operaio di 25 anni Jurica Pinta nato in Croazia e residente in Friuli Venezia Giulia è morto dopo essere rimasto schiacciato da una lastra in acciaio. Il giovane stava lavorando all'interno di una ditta di carpenteria metallica. Il titolare è un imprenditore trevigiano di Codognè. L'operaio, dipendente di una ditta esterna di Udine è morto sotto gli occhi dei colleghi, con ogni probabilità la lastra è scivolata mentre stava eseguendo la puntellature. Il capannone ed il macchinari sono stati posti sotto sequestro Sul posto i carabinieri di Polcenigo, il suem e i tecnici dello Spisal che ora dovranno accertare la dinamica e le eventuali responsabilità di quanto accaduto.