Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

GALLERY Sole splendente e pochi disagi per il via alla 19a tappa

PARTE IL GIRO, FESTA ROSA A TREVISO

Folla in piazza per Nibali e gli altri campioni del pedale


TREVISO - Magari non sarà la provincia più ciclistica d’Italia, come ama definirsi, ma di certo la città di Treviso è diventata, per alcune ore, la capitale del ciclismo internazionale.
Dopo giorni di maltempo, il sole era l’unico ingrediente che mancava: è arrivato, caldo e splendente, per completare la festa della partenza della 19esima tappa del Giro d’Italia dal capoluogo della Marca. E, dunque, in uno piazza del Grano gremita di migliaia di appassionati e curiosi, ecco lo show sportivo: la multicolore carovana dei mezzi pubblicitari, le miss, i riti come il la firma da parte di tutte le squadre sul foglio gara. le premiazioni del concorso per gli studenti. E naturalmente i campioni del pedale. Il più acclamato? Vincenzo Nibali: ressa attorno al pullman della sua squadra nel parcheggio, tifosi di tutte le età ad aspettarlo fin dalla mattina davanti al palco.
A dare il via il governatore del Veneto Luca Zaia e il sindaco di Treviso Mario Conte. Tante le autorità nel parterre ad accompagnare la partenza dei ciclisti. Su tutti il capo della Polizia, Franco Gabrielli, venuto a sottolineare il prezioso lavoro dei suoi uomini per la sicurezza di corridori e spettatori.
Rappresentanti delle istituzioni, campioni di oggi e di ieri e anche imprenditori. Come Alessandro Benetton, appassionato sportivo a tutto tondo.
Da Sant’Agostino, a due passi dallo storico negozio Pinarello, nel ricordo di Nani e di Andrea, la maglia rosa Richard Carapaz, Nibali e il resto del gruppo hanno sfilato per le vie del centro addobbate di palloncini e bandierine, prima dell’inizio ufficiale delle corsa davanti alla nuova bottega del marchio trevigiano di gioielli a due ruote, al confine con Villorba.
Poi su, sulle rampe del Montello – dove i truffati delle banche hanno esposto striscioni e i manichini per protesta – e del passo San Boldo, verso il traguardo di San Martino di Castrozza: a tagliare per primo il traguardo è Esteban Chavez, scalatore colombiano che torna a sorridere dopo un periodo difficile, tutto rimandanto al tappone dolomitico di domani, invece, nella lotta per la maglia rosa. (mz)

Galleria fotograficaGalleria fotografica